LiberoReporter

Variante indiana Covid: più contagiosa di quella inglese, ecco lo studio




La variante indiana del coronavirus è più contagiosa di quella inglese. La causa sono due mutazioni che facilitano il virus nell”agganciare’ le cellule dell’ospite. Ma la buona notizia è che i vaccini disponibili funzionano anche contro ‘l’indiana’, in particolare dopo la seconda dose che, dunque, è utile non ritardare oltre le indicazioni dei trailer di approvazione. Sono le conclusioni di uno studio internazionale, realizzato però da un team di italiani – che lavorano in patria e all’estero – tra i quali Massimo Ciccozzi, responsabile dell’unità di Statistica medica ed Epidemiologia della facoltà di Medicina e Chirurgia del Campus Bio-Medico di Roma. Lo studio è al momento pubblicato in preprint su BioRxiv ma è in valutazione per la pubblicazione, prevista a breve, su un’importante rivista.

“Nella variate indiana il virus presenta, in particolare, due mutazione che la rendono più contagiosa di quella inglese. E non a caso è temuta in Gran Bretagna”, ribadisce all’Adnkronos Salute Ciccozzi ricordando che allo studio hanno partecipato illustri colleghi italiani come Davide Zella, co-direttore del Laboratorio di Biologia delle cellule tumorali all’Institute of Human Virology dell’Università del Maryland, “il laboratorio di Robert Gallo”, ricorda. E ancora: Roberto Cauda, dell’Istituto di Clinica delle malattie infettive Università Cattolica, Arnaldo Caruso, del Dipartimento di microbiologia e virologia degli Spedali Civili di Brescia, Antonio Cassone del Dipartimento di Genomica, Genetica e Biologia dell’Università di Siena; Francesco Broccolo, virologo dell’università Milano-Bicocca, Marta Giovanetti “mia ricercatrice che lavora in Brasile”, elenca.

“Le mutazioni della variante indiana – spiega ancora Ciccozzi – stabilizza di più la proteina Spike e rende più semplice ‘l’aggancio’ al recettore Ace2 perché, con questa mutazione, aumenta la carica elettrica positiva. E questo permette di agganciare più recettori rispetto alla variante inglese. In pratica, il ‘braccetto’ del virus responsabile dell”aggancio’ è, normalmente, mobile, oscilla. Quindi può agganciare oppure non farlo, perché l’oscillazione non lo rende preciso. Con questa mutazione il ‘braccetto’ si stabilizza, oscilla poco e quindi aggancia più facilmente”.

Per quanto riguarda i vaccini “non cambia nulla – continua Ciccozzi- come indica anche un lavoro dell’Istituto di sanità pubblica inglese, secondo il quale, a livello di copertura vaccinale, la variante indiana è coperta da Pfizer all’88%, da AstraZeneca al 63%. Questo, però, dopo la seconda dose. Dopo la prima dose per tutti i vaccini l’efficacia è del 33%” . La prima dose, insomma, sembra coprire meno i rischi da variante indiana ma dopo la seconda dose le percentuali di copertura si riallineano.

“Questo suggerisce che è preferibile, se possibile, non allungare i tempi della somministrazione della seconda dose rispetto a quanto stabilito dagli studi di registrazione dei vaccini, perché significherebbe avere una copertura bassa per più tempo tra la prima e la seconda. Speriamo che con l’arrivo di tanti vaccini previsti non ci sia bisogno di ricorrere a questa strategia”, conclude .

(AdnKronos)

LE ULTIME NOTIZIE

Buco dell’ozono più grande dell’Antartide


Il buco dell'ozono nell’Emisfero Meridionale ha raggiunto un'estensione superiore a quella dell'Antartide. Lo rileva Copernicus Atmosphere Monitoring Service (Cams) che...
Read More

Incendio in appartamento a Roma, muore una donna nel quartiere Tuscolano


Incendio in un appartamento a Roma, morta una donna nel quartiere Tuscolano. La casa, completamente distrutta dalle fiamme, scrivono i...
Read More
Incendio in appartamento a Roma, muore una donna nel quartiere Tuscolano

“Torrente” dal cielo su Malpensa, vigili soccorrono automobilisti bloccati dall’acqua


Nubifragio a Malpensa nel varesotto. I vigili del fuoco hanno soccorso dieci persone bloccate dall'acqua nelle proprie automobili nei sottopassaggi...
Read More
“Torrente” dal cielo su Malpensa, vigili soccorrono automobilisti bloccati dall’acqua

Bollette, contro aumento possibile decreto in Cdm


Per contrastare l'aumento delle bollette è in corso a Palazzo Chigi un vertice tra il premier, Mario Draghi, e i...
Read More
Bollette, contro aumento possibile decreto in Cdm

Green pass subito dopo prima dose vaccino, non più dopo 14 giorni


Green pass subito dopo la prima dose del vaccino anti covid. Sforbiciata ai tempi per ottenere il certificato verde ai...
Read More
Green pass subito dopo prima dose vaccino, non più dopo 14 giorni

Europa League: Galatasaray-Lazio 1-0, papera di Strakosha consegna vittoria ai turchi


Il Galatasaray batte 1-0 la Lazio nel match inaugurale del gruppo E di Europa League, disputato allo stadio 'Ali Sami...
Read More
Europa League: Galatasaray-Lazio 1-0, papera di Strakosha consegna vittoria ai turchi

In Piemonte rafforza il riciclo del Pet, accordo Coripet e Mercatò


Dopo Torino, Cuneo, Alba e Bra la collaborazione tra Mercatò e Coripet, volta all’installazione degli eco-compattatori per il riciclo del...
Read More

Stop inquinamento luminoso, la Società Astronomica Italiana lancia petizione


Sono passati 700 anni dalla dipartita di Dante e la Società Astronomica Italiana (Sait) ha deciso di sfruttare le commemorazioni...
Read More
Stop inquinamento luminoso, la Società Astronomica Italiana lancia petizione
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends