LiberoReporter

Pavia: salute, risultati incontro “Associazioni volontariato per pazienti con neoplasie distretto testa-collo: sinergie e obiettivi comuni”

Aggiornamento post evento – AIOCC, Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica che persegue lo scopo di favorire e facilitare, attraverso iniziative scientifiche, culturali e professionali, i contatti fra quanti sono interessati ai problemi della prevenzione, della diagnosi, della terapia e della riabilitazione dei tumori ed alla ricerca clinica e sperimentale in campo oncologico, relativamente al distretto cervico-cefalico e CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica nato con lo scopo di curare i tumori mediante l’impiego di protoni e di ioni carbonio, particelle appartenenti alla categoria degli adroni, insieme alla Fondazione CNAO, che è anche un Centro di Ricerca e Sviluppo le cui attività spaziano dalla ricerca clinica alla ricerca radiobiologica, a quella traslazionale con l’obiettivo di fornire un continuo miglioramento nella capacità di cura hanno organizzato l’incontro “LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO PER I PAZIENTI CON NEOPLASIE DEL DISTRETTO TESTA-COLLO: SINERGIE E OBIETTIVI COMUNI” che si è tenuto mercoledì 18 settembre presso la Fondazione Cnao a Pavia.

La tavola rotonda ha visto l’incontro di alcune Associazioni, come AILAR, AMOS, LA LAMPADA DI ALADINO ONLUS, TRA CAPO E COLLO e FAVO con la partecipazione del Prof. Francesco De Lorenzo. Il meeting ha chiarito come la sinergia tra le diverse Associazioni, che svolgono un ruolo estremamente importante e molto spesso altrettanto specializzato nel rapporto con i pazienti, possa generare obiettivi e collaborazioni in comune di estrema utilità al paziente; inoltre sono emerse numerose tematiche e ipotesi di lavori in comune.

Una vera e propria call to action: primo obiettivo, avvallato all’unanimità tra tutti i presenti, è stato quello di mettere al centro il benessere dell’utente attraverso una serie di azioni concrete per capirne le esigenze. Molto spesso infatti, solo chi è estremamente vicino alla malattia, perché ne ha fatto esperienza o perché ha assistito un malato, può comprenderne le reali necessità. Dalla piena comprensione del consenso informato che si firma quando si iniziano le cure, alle ricette utili per chi ha subito operazioni e trattamenti che coinvolgono le neoplasie del distretto testa-collo; dall’aggiornamento continuo dei PDTA, i percorsi diagnostico-terapeutici assistenziali, fino ad arrivare ad un censimento nazionale di tutte le Associazioni di volontariato del settore.

La creazione di un network di Associazioni di volontariato per pazienti con neoplasie del distretto testa-collo è un obiettivo fondamentale e necessario, che potrà portare a notevoli risultati, sia in termini di aumento dell’aiuto ai pazienti che anche di mappatura del territorio e di creazione di una forte e comune voce che possa farsi sentire ed essere rappresentata a livello nazionale.

Grazie a questa sinergia, sarà possibile mettere a disposizione di tutti gli strumenti, utilissimi, che già sono stati creati e che vengono utilizzati dalle singole Associazioni, sia in termini di aiuto professionale, sia come assistenza informativa, orientamento, assistenza durante la degenza e gestione del ritorno a casa.

Inoltre, un importante obiettivo è quello di creare un questionario per i pazienti, al fine di dare il via ad uno studio per indagare quali siano realmente i loro bisogni principali, in modo da poterli comprendere e aiutare in modo ancora più specializzato e approfondito.

L’Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica (AIOCC) organizza l’incontro “Le Associazioni di volontariato per i pazienti con neoplasie del distretto testa-collo: sinergie e obiettivi comuni”, che si terrà mercoledì 18 settembre 2019, dalle ore 11:00 alle ore 14:00, presso la Fondazione CNAO a Pavia.

In occasione della Make Sense Campaign 2019, l’ iniziativa promossa dalla Società Europea dei Tumori Testa Collo (European Head and Neck Society, EHNS) che si propone di aumentare e diffondere la conoscenza dei sintomi di questa patologia, al fine di promuoverne la prevenzione e una rapida diagnosi,  l’Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica (AIOCC) propone l’incontro delle maggiori Associazioni di volontariato del settore, con l’obiettivo di elaborare azioni e intenti comuni.

Le Associazioni di volontariato per i pazienti con neoplasie del distretto testa-collo svolgono un ruolo fondamentale, spesso altamente specializzato, all’interno dei reparti delle diverse strutture sanitarie, sia attraverso l’ascolto e il sostegno ai pazienti e alle loro famiglie durante il decorso di tali malattie, che anche grazie ad attività quali assistenza informativa, orientamento, assistenza durante la degenza e organizzazione di eventi per l’intrattenimento.

Grazie all’interazione offerta dalla tavola rotonda appositamente organizzata dall’AIOCC, le Associazioni avranno la possibilità di confrontarsi sugli obiettivi, mettendo a fuoco la situazione attuale e proiettandosi verso strategie comuni, collaborazioni e l’elaborazione di campagne di sensibilizzazione e prevenzione. Si tratta di uno step fondamentale, al fine di creare le basi per l’istituzione di un network tra operatori la cui importanza è attualmente riconosciuta a livello nazionale.

Nell’organizzare questo incontro l’Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica (AIOCC) persegue lo scopo di favorire e facilitare, attraverso iniziative scientifiche, culturali e professionali, i contatti fra quanti sono interessati ai problemi della prevenzione, della diagnosi, della terapia e della riabilitazione dei tumori ed alla ricerca clinica e sperimentale in campo oncologico, relativamente al distretto cervico-cefalico.

Alle h. 13.00 è previsto un light lunch presso la biblioteca della Fondazione Cnao.

L’incontro “Le Associazioni di volontariato per i pazienti con neoplasie del distretto testa-collo: sinergie e obiettivi comuni” organizzato dall’AIOCC  è reso possibile grazie al contributo della Fondazione Cnao di Pavia e dell’azienda Bristol-Myers Squibb.

Il Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica è nato con lo scopo di curare i tumori mediante l’impiego di protoni e di ioni carbonio, particelle appartenenti alla categoria degli adroni. La Fondazione CNAO è anche un Centro di Ricerca e Sviluppo le cui attività spaziano dalla ricerca clinica alla ricerca radiobiologica, a quella traslazionale con l’obiettivo di fornire un continuo miglioramento nella capacità di cura. Ad oggi CNAO ha trattato circa 2500 pazienti, di cui oltre 1500 affetti da patologie testa-collo.

Bristol-Myers Squibb è un’azienda biopharma globale, la cui mission è scoprire, sviluppare e rendere disponibili farmaci innovativi dedicati a pazienti che combattono contro gravi malattie.

Mercoledì 18 settembre 2019, dalle h. 11.00 alle h. 14.00 c/o Fondazione CNAO, Strada Campeggi 53, Pavia

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends