LiberoReporter

Incubo Isis: riappare dopo 5 anni il califfo al-Baghdadi, nel video minacce alla Francia

Ecco il video dell’uomo più ricercato al mondo, il califfo del sedicente Stato islamico Abu Bakr al-Baghdadi. Più volte dato per morto, in una serie di attacchi, al-Baghdadi è quindi sempre sopravvissuto e dopo cinque anni è apparso in un filmato (che è senza data) veicolato dai suoi miliziani, quei pochi rimasti fedeli, dopo la caduta della sua roccaforte in Siria, al-Baghuz. Gli Stati Uniti hanno messo una taglia sulla sua testa di 25 milioni di dollari, ma nessuno, a quanto pare, è ancora riuscito a riscuoterla, fino a questo momento.
Seduto per terra, con affianco un mitraglietta poggiata sul muro, parla con tre uomini seduti davanti a lui e con i volti alterati per non far riconoscere i suoi interlocutori. Barba lunga grigia, molto ingrassato dalle ultima sua ultima apparizioni in video del 2014, vestito di una tunica nera, visibilmente invecchiato, il califfo Al-Bagdadi ha riconosciuto che IS ha perso la guerra e ha dovuto lasciare anche il villaggio siriano orientale di Baghouz, liberato il mese scorso dalle forze democratiche siriane a guida curda sostenute dagli Stati Uniti. Ma ha anche annunciato che la guerra “Contro i crociati e lunga e sarà per loro dolorosa”, inoltre si è complimentato con “I fratelli dello Sri Lanka, che hanno fatto giustizia di 1000 crociati tra morti e feriti”. Prima di terminare il video con canti inneggianti l’Isis, ha esortato i suoi seguaci ovunque nel mondo a colpire e “intensificare gli attacchi contro la Francia crociata e i suoi alleati”.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends