LiberoReporter

Brexit: la Camera GB affossa accordo per l’uscita dall’Ue, oggi il May(day)

Adesso non si sa a quale santo potrà votarsi e a chi chiedere aiuto. Una giornata da cancellare per la premier inglese, che ha ricevuto una sonora batosta in merito all’accordo per la Brexit siglato con l’Europa. Una bocciatura senza appello quella di ieri alla Camera, dove con ben 432 voti contrari, l’accordo con l’Ue è diventato carta straccia e solo 202 membri hanno accolto la proposta. Ora ovviamente siamo in presenza di un vero è proprio May(day) della premier inglese, che dovrà cercare i voti per evitare la mozione di sfiducia voluta dai laburisti. visto che ben 118 deputati conservatori le hanno girato le spalle con il voto di ieri.
Pare che l’unico che abbia raccolto il disperato grido di soccorso del primo ministro britannico sia il partito degli unionisti nordirlandesi del Dup, che sono orientati a votare la fiducia al governo May. L’accordo non c’è più e il caos ora regna “Sovrano”, nel regno di Elisabetta II. Non è piaciuto alla Camera quanto stabilito per abbandonare l’Unione, ma ovviamente, come ha dichiarato la stessa premier, non è con questo voto che è arrivata una indicazione su un possibile nuovo accordo. Occhi puntati quindi al dibattito che si inizierà alle 13 (ora di Londra), alla camera dei Comuni e al voto sulla richiesta di sfiducia, che arriverà intorno alle 19 (sempre ora della capitale britannica). L’Unione Europea intanto si prepara al peggio e gli scenari sono tanti, ma quasi certamente abbastanza “cruenti” per i sudditi della regina.

 

 

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends