LiberoReporter

Torino: tutto fermo per disinnescare ordigno bellico zona Lingotto

Sono iniziate le operazioni per il disinnesco di un ordigno bellico rinvenuto nel quartiere Lingotto di Torino, risalente alla seconda guerra Mondiale, dal peso di 227 chili, 130 dei quali solo di esplosivo. VIabilità modificata e oltre 2000 persone fatte evacuare per precauzione delle proprie case e fino alle ore 15,30, ora in cui si prevede sia terminata la rimozione da parte degli artificieri del 32° reggimento Genio Guastatori dell’Esercito. 

Stanno per prendere in via nel quartiere Lingotto di Torino le operazioni di disinnesco dell’ordigno bellico da 227 chili, di cui 130 di esplosivo, risalente alla Seconda Guerra Mondiale, affiorato nei giorni scorsi in via Nizza durante alcuni scavi nei pressi di Eataly. Per consentire agli artificieri del trentaduesimo reggimento del Genio Guastatori dell’Esercito di compiere l’operazione in sicurezza, l’ordinanza dell’amministrazione torinese ha disposto l’evacuazione di oltre 2000 persone tra residenti studenti e ospiti degli alberghi che si trovano all’interno della zona gialla.

Una volta rimosso, l’ordigno sarà trasportato in un poligono militare a San Carlo Canavese e fatto brillare mentre gli evacuati potranno rientrare nelle proprie abitazioni. L’intera area è stata interdetta per l’intera durata delle operazioni di disinnesco che secondo le previsioni dovrebbero concludersi intorno alle 15.30

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends