LiberoReporter

L’Europa ci toglie (anche) l’ora legale

Potrebbe sembrare una battuta, di quelle che circolano sui social network, ma è tutto vero: Karima Delli, una deputata francese del gruppo Ale, presidente della Commissione per i Trasposti e il Turismo, ha presentato una risoluzione per abolire l’ora legale, in quanto “numerosi studi scientifici, non sono riusciti a dimostrare alcun effetto positivo del cambiamento semestrale dell’ora”. La decisione finale spetta adesso alla Commissione europea.

ora-legaleOra legale, addio. O, almeno, è quanto chiede una risoluzione che sarà votata oggi dal Parlamento europeo a Strasburgo per invitare la Commissione europea a “interrompere l’attuale cambiamento semestrale dell’ora” e abolire così il passaggio dall’ora solare a quella legale.

La risoluzione, che porta la firma di Karima Delli, deputata francese del gruppo Ale e presidente della Commissione per i Trasposti e il Turismo, nasce in considerazione di “numerosi studi scientifici, tra cui lo studio dei Servizi di ricerca del Parlamento europeo, dell’ottobre 2017, sulle disposizioni dell’Ue relative all’ora legale a norma della direttiva 2000/84/CE” che “non sono riusciti a dimostrare alcun effetto positivo del cambiamento semestrale dell’ora”.

“Al contrario – si legge nel testo – hanno segnalato l’esistenza di effetti negativi sulla salute umana, l’agricoltura e la sicurezza della circolazione stradale”. Inoltre, “diverse iniziative dei cittadini hanno evidenziato le preoccupazioni esistenti quanto al cambiamento semestrale dell’ora”.

“Una volta interrotto il cambiamento semestrale dell’ora – recita la risoluzione – sarebbe opportuno mantenere un regime orario uniforme a livello dell’Ue”. Dopo il voto della Plenaria, la decisione finale spetterà alla Commissione europea.

Encatena - Your content marketing platform
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends