LiberoReporter

Porno “galeotto”: vice-premier Theresa May costretto alle dimissioni per video in Pc

Il “sex gate” in salsa britannica fa un’altra vittima: a doversi dimettere dal proprio incarico questa volta è toccato al vice-premier di Theresa May, Damian Green. I fatti contestati risalgono al 2008, quando ancora non era nel governo May: durante un indagine fu scoperto del materiale video pornografico sul suo pc. 

damiangreenDamian Green, deputato conservatore e vice-premier nel governo di Theresa May, si è dimesso in seguito a un’indagine che ha scoperto materiale pornografico nel suo computer nel 2008. Nella lettera di dimissioni, Green si scusa per la sua condotta e per le sue affermazioni “inesatte e fuorvianti” alla stampa. Si tratta dell’ultimo caso finito nel calderone del sex gate che ha travolto la politica britannica, in seguito alle dimissioni dell’ex ministro della Difesa Michael Fallon e la sospensione del deputato conservatore Charlie Elphicke, membro della Commissione Tesoro dei Comuni, dopo le accuse di molestie sessuali emerse contro di loro.

loading...
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends