LiberoReporter

Cuba-Usa: personale states colpito da attacchi acustici, attriti con l’Avana




Nuovi attriti tra Cuba e Stati Uniti: sedici dipendenti governativi del corpo diplomatico americano, tra la fine del 2016 e l’inizio del 2017, sono stati colpiti da strani sintomi: perdita dell’udito, nausea, mal di testa, mancanza di equilibrio… Gli Usa sospettano che a provocare queste reazioni sia stato l’uso di apparecchiature sofisticate che emettono onde sonore, posizionate nelle vicinanze degli appartamenti del personale Usa. In alcuni casi più gravi, sono state riscontrate addirittura lesioni cerebrali. Pur non accusando direttamente l’Avana, Washington si è lamentata con Cuba per non avere mantenuto l’accordo che prevedeva l’obbligo di proteggere il personale a stelle e strisce sull’isola.  

cuba-usaGiallo a Cuba: 16 dipendenti dell’ambasciata degli Stati Uniti all’Avana sarebbero rimasti vittima di un ‘attacco acustico’. “Possiamo confermare – ha riferito la portavoce del dipartimento di Stato americano, Heather Nauert – che almeno 16 dipendenti governativi, membri della nostra comunità diplomatica, hanno sofferto sintomi di vario genere” che potrebbero essere riconducibili ad un attacco acustico, e “sono state loro fornite cure mediche sia negli Stati Uniti che a Cuba”. “Stiamo esaminando la situazione molto seriamente”, ha aggiunto.

Il segretario di Stato americano Tex Tillerson ha denunciato “un attacco sanitario”, mentre l’Avana ha respinto ogni accusa, sostenendo che sta indagando sull’incidente. Gli attacchi risalirebbero a un periodo compreso tra la fine del 2016 e l’inizio del 2017. I problemi di perdita dell’udito, nausea, mal di testa e perdita dell’equilibrio lamentati dai dipendenti dell’ambasciata potrebbero essere stati provocati da apparecchiature sofisticate che emettono onde sonore all’interno o all’esterno delle loro abitazioni, ha riferito la Cnn.

Secondo la Cbs, che avuto accesso ai rapporti dei medici, in alcuni casi sono stati diagnosticati danni gravi come “lesioni cerebrali e possibili danni al sistema nervoso centrale”.

“Stiamo lavorando molto duramente per occuparci del personale, cercando di fornire loro tutte le cure ed il sostegno di cui hanno bisogno”, ha assicurato ancora la portavoce del dipartimento di Stato. Anche il governo canadese ha denunciato che almeno uno dei suoi diplomatici è stato ricoverato in ospedale dopo aver lamentato “strani sintomi”, tra cui mal di testa e perdita dell’udito.

Il governo dell’Avana ha fatto sapere che, non appena è stato informato degli Stati Uniti nel febbraio scorso dell’incidente, ha avviato “un’indagine ampia, prioritaria e urgente”, rafforzando le misure di sicurezza intorno al personale americano. Tuttavia, gli Stati Uniti a maggio avevano espulso due diplomatici dell’ambasciata cubana a Washington, sostenendo che l’Avana – che pure non hanno accusato esplicitamente per gli attacchi – non ha rispettato in modo adeguato l’obbligo di proteggere il personale sull’isola.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends