LiberoReporter

Russiagate: Trump a procuratore speciale Mueller, “Non superi linea rossa”

In una intervista pubblicata dal “New York Times”, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump alla domanda precisa “nell’eventualità che il Procuratore speciale per il Russiagate Robert Mueller, in caso di indagini sugli affari della sua famiglia, violerebbe una «linea rossa»?”, ha risposto di sì, di fatto invitando Mueller a non oltrepassare questo confine.

trump-air-force-one

Robert Mueller non può indagare sulle finanze della sua famiglia. A dichiararlo Donald Trump al ‘New York Times’. Di fronte alla domanda se il procuratore speciale per il Russiagate violerebbe una ‘linea rossa” in caso di indagini sugli affari della sua famiglia al di là dei rapporti dei Trump con la Russia, il presidente americano risponde: “Direi proprio di sì”. “Penso sarebbe una violazione”, aggiunge Trump, senza spiegare come reagirebbe in questo caso.

Il presidente americano nega di essere sotto indagine malgrado vi siano notizie che Mueller stia verificando se il licenziamento del direttore dell’Fbi James Comey possa figurare come un caso di ostruzione della giustizia. “Non penso che siamo sotto indagine – ha detto – non sono sotto indagine. E per che cosa? Non ho fatto nulla di sbagliato”,

Trump riprende infine sue vecchie accuse di conflitto d’interesse nei confronti di Mueller. Con il New York Times , si è lamentato che alcuni ex collaboratori del procuratore speciale abbiano contribuito alla campagna di Hillary Clinton. Inoltre, ha rimarcato, Mueller è stato fra i candidati intervistati per sostituire Comey, prima di venir scelto come procuratore speciale. “Era qui e voleva l’incarico”, ha detto Trump, secondo il quale anche questo è un conflitto d’interesse.

Encatena - Your content marketing platform
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends