LiberoReporter

Scontro treni Salento: 27 feriti, si propende per l’errore umano




Secondo le prime indagini degli inquirenti, la dinamica dell’incidente occorso nella linea ferroviaria tra Lecce e Otranto, delle Ferrovia Sud-Est, farebbe pensare a un errore umano. Sono 27 i feriti, fortunatamente non in maniera grave. I soccorsi sono stati difficoltosì, perché non è stato possibile raggiungere con i mezzi il luogo dello scontro.

scontro-treniSono circa 27 i passeggeri sono rimasti feriti in modo non grave nello scontro tra due treni in provincia di Lecce. La linea coinvolta è quella gestita dalle Ferrovie Sud-Est. I feriti hanno riportato contusioni ed escoriazioni. L’incidente è avvenuto all’uscita di Galugnano, frazione di San Donato di Lecce, sulla tratta tra il capoluogo salentino e Otranto. Una delle due littorine procedeva a bassa velocità e per questo anche i mezzi non hanno riportato grossi danni.

A bordo dei due treni c’erano complessivamente 80 passeggeri e, come reso noto dalla società, uno dei due convogli era fermo. L’incidente, secondo quanto riferisce la Asl del capoluogo salentino, è avvenuto su un tratto a binario unico.

I soccorritori hanno dovuto raggiungere a piedi il luogo dell’incidente, situato in una zona di difficile accesso per i mezzi, per poi riportare i feriti in stazione. Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano è in costante contatto con l’amministratore delegato delle Ferrovie Sud-Est, Andrea Mentasti, che ha mandato sul posto i suoi collaboratori per accertare quanto accaduto.

Sull’incidente è stata aperta una inchiesta dalla Procura di Lecce. Sul posto si è recato il procuratore capo della Repubblica Leonardo Leone De Castris. Gli inquirenti stanno ascoltando alcuni testimoni. Il pm di turno ha disposto il sequestro delle scatole nere.

loading...
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends