LiberoReporter

Settimo Torinese: fermata la donna che ha lanciato neonato dal balcone




Ai carabinieri di Chivasso che l’hanno tratta in fermo ieri notte, su ordine della Procura di Ivrea, la donna italiana di 34 anni ha confessato e ammesso le proprie responsabilità per la morte del neonato trovato per strada a Settimo Torinese. Gli inquirenti sono convinti che abbia lanciato il bimbo dal balcone.

carabinieri-palettaFermata una donna, ritenuta responsabile di omicidio aggravato del neonato partorito e trovato abbandonato in strada a Settimo Torinese. Il fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura di Ivrea è stato effettuato nella notte dai carabinieri di Chivasso.

La donna, italiana di 34 anni, avrebbe confessato e ammesso le proprie responsabilità. Al momento non sono emerse responsabilità da parte di altre persone. Il piccolo sarebbe stato lanciato dal balcone: sarebbe questa, al momento, l’ipotesi più probabile avanzata dagli investigatori.

A ritrovare il bimbo abbandonato in strada e agonizzante, con una ferita alla testa, era stata un giovane che stava passando in auto. Il piccolo è morto poco dopo il ricovero in ospedale.

La svolta è arrivata in serata quando la donna è stata portata in procura per essere ascoltata dal procuratore Giuseppe Ferrando. Sempre in serata, i carabinieri sono tornati nel luogo dove è stato trovato il bimbo per ulteriori rilievi, compiendo anche un sopralluogo nell’appartamento della 34enne.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends