LiberoReporter

Pyongyang testa nuovo missile: forte protesta giapponese

La Corea del Nord continua ad effettuare i suoi test missilistici nonostante le pressioni internazionali e le condanne di tale comportamento. Nelle prime ore di questa mattina, Pyongyang ha effettuato un nuovo test con un missile balistico, probabilmente di tipo Scud, lanciato dalla zona di Wonsan. Il missile ha percorso circa 450 km ed è finito poi nel mar del Giappone, provocando la forte protesta del Paese del Sol Levante.  

missili-corea-nord


Il regime di Pyongyang ha proceduto al lancio di un nuovo missile balistico a partire dalle coste orientali del paese alle prime ore di oggi. A confermare separatamente la notizia sono state le autorità sudcoreane e quelle americane. Si ritiene che il test sia stato effettuato con un “missile della serie Scud”, ha reso noto un portavoce degli stati maggiori riuniti della Corea del sud, con gittata 450 chilometri.

Il test è stato effettuato nei pressi della città di Wonsan, 200 chilometri ad est di Pyongyang intorno alle 5.39 di questa mattina ora locale. Il Comando del Pacifico degli Stati Uniti ha parlato di “missile balistico a corto raggio” finito nel Mare del Giappone, e ha avvertito: “Continuiamo a seguire da vicino le azioni della Corea del nord”.

La condanna per il lancio è arrivata anche dal Giappone che ha denunciato il fatto che il missile sia entrato nella zona economica esclusiva del paese pur senza causare danni ad imbarcazioni o aerei. “Non possiamo tollerare continue provocazioni”, ha dichiarato il sottosegretario Yoshihide Suga. “Protestiamo fortemente contro la Corea del nord e condanniamo il lancio effettuato”.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends