LiberoReporter

Trump parla di pace tra palestinesi e israeliani: “Dobbiamo farcela”

Il presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump, durante un colloquio con il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu, ha dichiarato che una via verso la pace tra Israele, palestinesi e mondo arabo in genere è possibile.  “Molte cose che non sono mai accadute possono accadere ora” secondo Trump.

trump-eletto-presidente“Un nuovo livello di partnership è possibile” fra gli Stati Uniti, Israele e il mondo arabo. E’ quanto ha detto il presidente americano Donald Trump in dichiarazioni assieme a Benyamin Netanyahu nella residenza del primo ministro israeliano a Gerusalemme. “Molte cose che non sono mai accadute possono accadere ora”, ha detto Trump, sottolineando come sia necessario cogliere questa occasione e quanto il re saudita Salman, da lui appena incontrato, “voglia vedere grandi cose”. “Vogliamo lavorare assieme. Penso che un nuovo livello di partnership sia possibile e si realizzerà”.

Trump ha anche espresso ottimismo sulle possibilità di un accordo di pace fra Israele e i palestinesi. “Ho sentito che è uno degli accordi più difficili di tutti, ma ho l’impressione che ce la faremo, lo spero”, ha dichiarato.

Il presidente americano, che si è detto “profondamente commosso” dalla sua visita al muro del Pianto, ha insistito sulla stretta amicizia con Netanyahu. Israele e Stati uniti “sono più che amici, sono alleati”, ha rimarcato.

L’Autorità nazionale palestinese (Anp) elogia “l’impegno dichiarato del presidente degli Stati Uniti per raggiungere un accordo di pace” israelo-palestinese. Lo sottolinea in una dichiarazione ad Aki – Adnkronos International Nabil Abu Rudeina, portavoce del presidente dell’Anp, Mahmoud Abbas. Abu Rudeina insiste in particolare “sull’importanza dei discorsi di Trump a favore della pace in Medio Oriente, sia nei discorsi pronunciati da Washington che in quelli durante la visita in corso nella regione”.

Per i palestinesi, un eventuale accordo di pace – sottolinea Abu Rudeina – “deve portare alla nascita di uno Stato palestinese con capitale a Gerusalemme Est”. Il portavoce ricorda quindi “l’importanza che assume l’incontro di domani a Betlemme tra il presidente americano ed Abu Mazen”.

Trump, durante la tappa in Israele, ringraziando il presidente e il premier israeliani Reuven Rivlin e Benyamin Netanyahu per “l’impegno a favore della pace”, ha sottolineato di “non vedere l’ora di parlare del processo di pace con il presidente palestinese Abbas”.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends