LiberoReporter

Gambia: il presidente uscente Jammeh non molla il potere

Yahya JammehIl Gambia è sull’orlo della guerra civile. Dopo che ieri il neoeletto presidente, Adama Barrow ha prestato giuramento si pensava che il Paese fosse giunto ad una svolta dopo oltre un decennio di potere in mano ad Yahya Jammeh. Nelle successive ore invece, il presidente uscente,  Jammeh, dopo aver inizialmente ammesso la propria sconfitta elettorale, ha poi, annunciato di non voler rinunciare al potere nel Paese africano. Nel frattempo, uno ad uno i suoi sostenitori lo hanno abbandonato. Nonostante questo Jammeh ha dichiarato l’intenzione di voler prendere il controllo di tutti i ministeri e mantenere il potere. Tutto questo è avvenuto mentre era in corso nel Paese un tentativo di mediazione da parte della Comunità economica degli stati dell’Africa occidentale, ECOWAS, per cercare di convincere Jammeh a cedere il potere in maniera pacifica al neo eletto presidente, Barrow.  Di fronte a questa presa di posizione del presidente uscente  ieri le truppe senegalesi sono entrate nel Paese africano per imporre a Jammeh con la forza quello che hanno decretato le urne. Stamani di fronte ai nuovi sviluppi, i militari senegalesi si sono fermati. Infatti, ieri è stato lanciato un ultimatum a Jammeh.  Se l’ormai ex uomo forte del Gambia non avrà accettato di lasciare il potere nel Paese le truppe passeranno all’intervento militare.

Ferdinando Pelliccia

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends