LiberoReporter

Roma: 10 persone fermate per appalti truccati al San Camillo

I carabinieri del comando provinciale di Roma, hanno contestato a 10 persone ritenute responsabili a vario titolo dei reati di corruzione, turbata libertà degli incanti, peculato, truffa e altre imputazioni, per appalti all’ospedale San Camillo della Capitale.

carabinieri-palettaCorruzione, peculato, truffa ed estorsione. Sono alcuni dei reati contestati dai carabinieri del Comando provinciale di Roma, nelle province di Roma e Frosinone, nei confronti di 10 persone ritenute responsabili, a vario titolo, dei reati di corruzione, turbata libertà degli incanti, estorsione, falsità materiale in atti pubblici, peculato, truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, circa la gestione di appalti presso l’Ospedale San Camillo.

Le indagini si sono concentrate, in particolare, anche su appalti di lavori di ristrutturazione dell’ospedale realizzati in occasione del Giubileo della Misericordia. Nel mirino due appalti relativi al progetto per la ristrutturazione del Pronto Soccorso e la successiva realizzazione di nuovi posti letto per la Terapia Intensiva, nonché sulla ristrutturazione del Padiglione Lancisi.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends