LiberoReporter

Dopo 10 mesi la Spagna ha nuovamente un governo, lo guida Rajoy

Con 170 voti a favore, 111 contrari e 68 astenuti, la Spagna dopo dieci mesi di vuoto politico ha nuovamente un governo, anche se di minoranza e lo guida il conservatore Rajoy, che con oggi è nuovamente Primo ministro. L’«operazione» politica è stata possibile solo grazie all’astensione voluta e decisa dal Psoe, anche se nelle sue file c’è stato chi ha comunque disobbedito alle direttive del partito.

Mariano Rajoy

Mariano Rajoy

Dopo uno stallo politico di dieci mesi, i deputati spagnoli hanno votato la fiducia al governo conservatore di Mariano Rajoy, rieletto primo ministro della Spagna. Il leader del Pp e premier uscente ha ottenuto 170 voti a favore su 349, 111 contrari e 68 astensioni dei deputati del Psoe.

Rajoy, che ha perso un primo scrutinio all’inizio della settimana, aveva bisogno di una maggioranza semplice per formare un governo di minoranza. Migliaia di persone hanno protestato oggi nelle immediate vicinanze del Parlamento di Madrid contro l’investitura.

Degli 84 deputati del Psoe, 15 ‘ribelli’ – 7 dei quali della federazione catalana – hanno votato ‘no’ disobbedendo all’ordine di astenersi imposto dal partito. Tutti rischiano una multa fino a 600 euro e potrebbero anche essere espulsi dal partito. L’ex leader socialista, Pedro Sanchez, che questa mattina ha dato le dimissioni pur di non dare il via libera al rivale, non ha partecipato al voto. Parlando ai media dopo la fine del voto, Rajoy si è detto felice, aggiungendo che “c’è molto lavoro da fare” e proverà a “cercare un accordo e la comprensione con tutti”.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends