LiberoReporter

Turchia: la mano pesante di Erdogan, “Faremo pulizia nelle istituzioni”

erdogan-2Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha arringato la folla a Istanbul promettendo di fare “pulizia” nelle istituzioni, dopo il tentato golpe di venerdì notte. Intervenuto davanti a una moschea per i funerali di alcune delle vittime del fallito colpo di Stato, Erdogan ha parlato di un “cancro” da estirpare, facendo riferimento più volte a Fetullah Gulen, il predicatore in esilio negli Stati Uniti da lui accusato del golpe. La folla ha interrotto più volte il presidente turco con grida di Allah Akbar e chiedendo a gran voce la pena di morte per i golpisti. Erdogan ha risposto che le domande del popolo non possono essere ignorate e che verrà aperto un dibattito sul ripristino della pena capitale.

6MILA ARRESTI, TRA CUI 2.750 GIUDICI – Le persone arrestate dopo il fallito golpe in Turchia sono circa 6mila. Lo ha riferito il ministro della Giustizia Bekir Bozdag, citato dall’agenzia di Stato turca Anadolu . Finora gli arresti sono avvenuti nelle forze armate, tra cui 52 alti ufficiali, e il settore giudiziario. In manette 2.750 giudici, accusati di far parte del gruppo di Fetullah Gulen. Fra i militari arrestati, riferiscono fonti dell’agenzia, vi è il comandante della guarnigione di Denizli, generale Ozhan Ozbakir. Anche il generale Bekir Ercan Van, comandante della base aerea di Incirlik nel sud della Turchia, riferisce un funzionario governativo locale, è stato portato via in manette per il suo presunto ruolo nel tentativo di colpo di Stato.

MANDATO DI ARRESTO PER COLLABORATORE DI ERDOGAN – Le autorità turche hanno emesso un mandato di cattura nei confronti del colonnello Ali Yazici, un collaboratore del presidente Recep Tayyip Erdogan. Lo riferisce l’emittente turca Haberturk. Secondo l’emittente Ntv è stato intanto arrestato Ismail Guneser, collaboratore dell’ex presidente Abdullah Gul.

BILANCIO FALLITO COLPO STATO, OLTRE 290 MORTI – 190 civili e oltre 100 militari golpisti. Supera la quota 290 il bilancio dei morti nel fallito colpo di stato in Turchia. E’ quanto comunica il ministero degli Esteri turco che attribuisce il tentato golpe “senza alcun dubbio” alla “organizzazione terroristica di Fethullah Gulen”.

AD AGOSTO INCONTRO ERDOGAN-PUTIN – Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan incontrerà il presidente russo Vladimir Putin la prima settimana di agosto. Lo riferiscono fonti della presidenza turca, citate dall’agenzia stampa Anadolu. L’incontro, riferiscono le fonti, è stato concordato durante una telefonata fatta oggi da Putin per esprimere appoggio a Erdogan, dopo il fallito golpe. Il leader del Cremlino ha offerto le sue condoglianze per le vittime ed espresso il suo appoggio al governo eletto della Turchia.

loading...
3 COMMENTS
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends