LiberoReporter

Fonsai, Inchiesta: decisione su Cimbri a settembre

news-new-arancioCarlo Cimbri dovrà aspettare ancora per conoscere il suo destino giudiziario: la decisione è attesa “Non prima di settembre”. L’amministratore delegato di UnipolSai è indagato per aggiotaggio nell’inchiesta che vede al centro la fusione tra il gruppo assicurativo bolognese e la galassia legata alla famiglia Ligresti, a processo a Torino nel filone principale dell’indagine: la sentenza per Salvatore Ligresti e la figlia Jonella, oltre che per altri imputati, è in programma per il prossimo 11 ottobre.

Secondo quanto apprende l’Adnkronos, la procura del capoluogo piemontese non ha ancora deciso se archiviare la posizione di Cimbri – sotto inchiesta dal maggio 2014 – oppure optare per la richiesta di rinvio a giudizio. Una scelta che il pm di Torino Marco Gianoglio non sarebbe al momento in grado di prendere visto che, a quanto trapela, “mancano ancora molti elementi di valutazione”.

In primis, spiega una fonte, si attende “l’esito di alcune consulenze” che riguardano i valori di concambio delle azioni delle società coinvolte, cioè il controvalore dell’operazione, al momento della fusione. Alterazioni che avrebbero avuto effetti sul ‘peso’ degli azionisti della nuova società. L’ipotesi è che il mercato abbia ricevuto informazioni ‘manipolate’ a vantaggio di Unipol, ma su questo tema centrale “si attende la conclusione delle consulenze” chieste dai magistrati agli esperti.

Nei mesi scorsi, tra dicembre e marzo, erano stati ascoltati in qualità di testimoni l’amministratore delegato di Mediobanca Alberto Nagel e Gerardo Braggiotti alla guida di Banca Leonardo, allora nelle vesti di consulente dei Ligresti. Al centro delle domande la riunione del 28 gennaio 2012 nella sede della Consob con protagonisti, oltre al presidente dell’autorità di vigilanza Giuseppe Vegas, anche Nagel, Cimbri, Braggiotti e l’allora ad di Unicredit Federico Ghizzoni per capire “i toni e i motivi” dell’intervento di Vegas che in quella circostanza avrebbe suggerito – come in una sorta di ‘moral suasion’ – la via per evitare di lanciare l’opa sul gruppo dei Ligresti. L’indagine, in questa fase, “si concentra sulla valutazione delle carte, non sull’audizione di altri testimoni”, ma per conoscere la decisione su Cimbri bisognerà aspettare almeno settembre prossimo.

3 COMMENTS
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends