LiberoReporter

Strage aeroporto Istanbul: blitz forze speciali, arrestati 13 presunti jihadisti Is

attacco-aeroporto-istanbulLa polizia di Istanbul ha eseguito una serie di blitz in diversi quartieri della città nell’ambito di un’operazione contro il sedicente Stato islamico (Is) e ha arrestato 13 persone sospettate di far parte dell’organizzazione, dopo l’attentato di martedì notte all’aeroporto della città.

Secondo l’agenzia Anadolu, la polizia ha eseguito irruzioni presso 16 diversi indirizzi nei quartieri Pendik e Sultanbeyli, sulla parte asiatica della città, e Basaksehir, sulla parte europea.

Tre degli attentatori suicidi erano cittadini del Tagikistan. Lo scrive il quotidiano turco Milliyet. Secondo il quotidiano Sabah, invece, uno degli attentatori proveniva dallo Stato russo del Daghestan, uno dall’Uzbekistan e uno dal Kirghizistan.

Intanto il bilancio delle vittime è salito a 43 morti. Ad annunciarlo il ministro turco degli Interni, Efkan Ala, il quale ha spiegato che 19 delle vittime erano cittadini stranieri. Ala ha aggiunto che uno degli attentatori suicidi è stato identificato e che le prove raccolte finora confermano i sospetti sul sedicente Stato islamico (Is). L’attentato ha fatto anche oltre 230 feriti.

Alla luce degli ultimi tragici eventi, il ministro turco per i rapporti con l’Ue, Omer Celik, ha chiesto all’Europa di sforzarsi di capire quanto la lotta al terrorismo sia un “tema sensibile” per la Turchia. Un riferimento alla richiesta di modificare le leggi antiterrorismo che l’Ue ha rivolto ad Ankara nell’ambito dei negoziati per la liberalizzazione dei visti.

Arrivato a Bruxelles insieme al ministro degli Esteri Mevlut Cavusoglu per l’apertura del capitolo 33 dei negoziati di adesione, Celik ha aggiunto che il suo paese prenderà ulteriori iniziative per rafforzare la lotta al terrorismo. “Dovremmo andare oltre il sentimento di solidarietà – ha affermato – e agire sulla base di un approccio comune”.

3 COMMENTS
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends