LiberoReporter

Amministrative: Renzi, è solo un voto locale, via se perdo? Non scherziamo

“Ho legato la mia permanenza al governo all’approvazione delle riforme nel referendum di ottobre e mi hanno accusato di aver personalizzato. Adesso gli stessi vorrebbero legare il governo al voto di alcune realtà municipali? Ma non scherziamo. Nessun Paese del mondo civile fa così. Si rassegnino: le elezioni amministrative sono un passaggio locale”. Lo sottolinea in un’intervista al Corriere della Sera il premier Matteo Renzi, che assicura: “Andremo avanti con il cambiamento. E ci sarà spazio per ridurre le tasse”.

Sui ballottaggi a Roma e Milano e il futuro del Partito democratico, “è ovvio che preferisco che vinca. È ovvio anche che il Pd — anche in caso di vittoria — deve affrontare un problema interno perché non è possibile continuare con un gruppo dirigente che tira e altri che tutti i giorni lavorano per dividere”. “Adesso lavoriamo sui ballottaggi – l’invito del premier – poi discuteremo”.

Quanto ai fischi di ieri a Confcommercio, “io ne ho presi dal primo giorno – rimarca Renzi – e continuerò a prenderli, mettendo la faccia ovunque”. A chi gli domanda se non tema che dopo il 5 giugno si rinsaldi e allarghi un ampio schieramento contro di lui, “non mi fa paura chi fa politica contro qualcuno – replica secco il presidente del Consiglio – Se c’è una novità che ho portato, fin dall’inizio del travagliato rapporto con Berlusconi, è stata quella di fare politica per un’idea e non contro un nemico. Io penso che gli italiani siano molto maturi, più dei politici e più dei raffinati commentatori”.

 

2 COMMENTS
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends