LiberoReporter

Migranti: commissione d’inchiesta visita hotspot Trapani

Ciclo di audizioni domani a Trapani per la Commissione parlamentare d’inchiesta sul sistema di accoglienza, di identificazione ed espulsione, nonché sulle condizioni di trattenimento dei migranti e sulle risorse pubbliche impegnate, presieduta da Federico Gelli. Alle 17 presso il salone di rappresentanza della Prefettura saranno ascoltati il prefetto, il questore, il sindaco di Trapani, il procuratore e il presidente della commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale.

Una delegazione della commissione guidata dal suo presidente visiterà l’hotspot di Trapani. “Gli hotspot devono rimanere centri di identificazione e non trasformarsi in centri di permanenza – dice Gelli -rischiando di non essere in grado di assorbire il flusso di migranti che aumenterà nei prossimi mesi. Per evitare questo rischio, sarà compito della commissione – spiega – monitorare l’efficienza di questi luoghi garantendo la massima semplificazione dei processi di identificazione ancora troppo lunghi. Sarà poi importante continuare a sviluppare il filone d’inchiesta relativo al sistema sanitario dei centri”.
“Ad oggi ancora non esiste – spiega il presidente della commissione – un fascicolo sanitario elettronico utile a registrare le visite a cui si sottopongono coloro che arrivano nel nostro Paese e in grado di seguire il percorso del migrante nel nostro territorio ed evitare di ripetere inutilmente esami e accertamenti”. Per Gelli è “necessario intervenire quanto prima per dotare di questo strumento i quattro hotspot presenti in Italia che favorirebbero sicuramente una maggiore sicurezza dell’intero sistema”.

Encatena - Your content marketing platform
2 COMMENTS
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends