LiberoReporter

Droga: Della Vedova, da legalizzazione cannabis solo vantaggi

“Io mi aspetto che entro l’estate il Parlamento voti, poi starà alla maggioranza decidere: non essendo questo un disegno di legge nè del Governo nè della maggioranza i voti se li deve cercare in Parlamento. Non è detto che li trovi ma basterebbero meno di cento deputati che non l’hanno sottoscritto ma che sono pronti a votarlo”. Lo sottolinea Benedetto Della Vedova, senatore e sottosegretario degli Affari esteri, a margine di un incontro dedicato alle relazioni tra Singapore e le imprese italiane. “La mia richiesta non è un voto favorevole ma è che il disegno di legge arrivi al voto senza ulteriori dilazioni”, aggiunge tornando sul tema.

A chi gli chiede se questo possa essere un tema destinato a spaccare il Paese, replica: “Quando Pannella sollevò il problema nel ’75 sembrava una cosa che non c’entrava niente con la vita delle persone. A distanza di 40 anni dobbiamo tenere presente che la legalizzazione della cannabis è una misura di governo adottata da Paesi fondamentali per la democrazia occidentale come gli Stati Uniti, parlo dei singoli Stati, e che sarà adottata dal Canada. E’ misura di governo – spiega – contro la criminalità, per deflazionare tribunali e carceri e per avere un controllo che oggi non abbiamo sul suo consumo”.

Secondo Della Vedova, “da qui in avanti il tema non sarà più se la cannabis sarà legalizzata, ma semplicemente quando. Se l’Italia lo farà prima avrà tanti vantaggi comparati con i competitors europei. Ad esempio a partire da una risorsa, da un’entrata fiscale certa e senza aggravio per nessun altro se non le mafie”.

 

2 COMMENTS
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends