LiberoReporter

Mafia: carabinieri assestano nuovo colpo ai clan del palermitano




carabinieri-puntoNuovo colpo ai clan mafiosi del palermitano, dove i Carabinieri hanno arrestato all’alba di oggi 33 persone. Gli arresti sono stati eseguiti in tutta la provincia di Palermo, dai Carabinieri della Compagnia di Termini Imerese. Ventiquattro persone sono finite in carcere e altre nove sono ai domiciliari. Le ordinanze sono state emesse dal Gip presso il Tribunale di Palermo, Fabrizio Molinari, che ha accolto le richieste del Procuratore capo di Palermo, Francesco Lo Voi, nei confronti di altrettante persone accusate, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, nonché di estorsione, furto, rapina, illecita detenzione di armi, intestazione fittizia di beni e trasferimento fraudolento di valori, reati aggravati dall’agevolazione dell’attività del sodalizio mafioso.

Le indagini coordinate dal Procuratore Aggiunto, Leonardo Agueci, e dai pm Sergio Demontis, Alessandro Picchi, Siro De Flammineis, Bruno Brucoli, Gaspare Spedale ed Ennio Petrigni, “hanno fornito un accurato quadro di assoluta attualità, consentendo di definire gli interessi di cosa nostra nella parte orientale della provincia di Palermo – a partire dal territorio di Bagheria sino ad arrivare ai confini delle province di Catania e Messina – e di ricostruire in maniera chiara e dettagliata i nuovi organigrammi dei due storici mandamenti mafiosi di Trabia e San Mauro Castelverde, con l’individuazione dei reggenti e degli affiliati”. Più in particolare, “è stato documentato il ruolo di vertice ricoperto per il mandamento di Trabia, da Diego Rinella, affiancato da Michele Modica, capo famiglia di Trabia, nella gestione operativa degli affari illeciti e nei rapporti con le dipendenti famiglie mafiose di Cerda, Caccamo e Termini Imerese – dicono gli investigatori – per il mandamento di San Mauro Castelverde, da Francesco Bonomo, collaborato nella conduzione dei traffici delittuosi da altri componenti dell’associazione, incaricati, tra l’altro, del materiale trasporto di pizzini e messaggi verbali a reggenti e sodali delle famiglie mafiose di San Mauro Castelverde, Polizzi Generosa e Lascari”.

 

2 COMMENTS
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends