LiberoReporter

Coppa Italia: Inter-Juve, ai rigori la Juventus va in finale contro il Milan

Coppa-ItaliaRocambolesca partita, decisa dai rigori, dopo che l’Inter aveva rimesso in pari il match con un 3-0 che faceva il pari con il risultato dell’andata a favore della Juve. La Juventus va in finale e affronterà il Milan. Decisivo l’errore di Palacio dal dischetto.

Sembrava impossibile che i nerazzurri potessero risalire la china dopo il 3-0 incassato allo Juventus Stadium all’andata della semifinale di coppa Italia, ma la squadra di Mancini è entrata in campo con il piglio giusto. La voglia di “vendetta” ha fatto il resto: sconfitto anche in campionato il biscione questa volta riesce a ribaltare il pronostico e grazie alla doppietta di Brozovic (uno dei quali su rigore) e la rete di Perisic, riporta il match in perfetta parità e costringe gli uomini di Allegri a disputare i supplementari per decidere il match e successivamente i rigori. La Juventus è entrata in campo sicura del risultato largo dell’andata, ma l’Inter, dopo aver segnato il primo gol al 17′, ci ha creduto e ha piegato le resistenze, del tutto blande, della vecchia signora. Dopo il secondo gol di Perisic, servito magistralmente da Eder, Zaza prende in pieno il palo a portiere battuto. E’ la serata no per i bianconeri. Infatti arriva anche il rigore che conclude la rimonta, trasformato da Brozovic. Intanto nel finale i nervi saltano e Perisic spinge Quadrado che lo stuzzica: entrambi finiscono sul taccuino di Gervasoni. Si va ai supplementari.
Allegri striglia i suoi, ma la musica sembra non cambiare. Perisic al 2′ del 1° T.S., costringe Neto ad un impresa per salvare la porta, schiacciando un pallone di testa, che il portiere juventino smanaccia in angolo, mandandolo oltre la traversa. L’Inter pressa maggiormente. Pogba, questa sera un fantasmino, si fa ammonire. La Juve sembra aver perso completamente la tramontana, se non fosse per Zaza, che fa un capolavoro, si smarca, vola verso l’area interista e fa partire un tiro che si spegne sul fondo di poco. Tre minuti dopo è sempre Zaza a impensierire Carrizo: anche in questo caso, palla a lato di poco. Si cambia fronte e Palacio viene fermato in angolo da Bonucci. Finisce il primo tempo supplementare.
Si riparte dopo una brevissima pausa e Sandon subito si becca l’ammonizione, dopo aver falciato Pogba. La Juve batte la punizione che viene deviata in angolo: sul tiro dalla bandierina la palla finisce nei piedi di Pogba che proprio non è in serata; infatti il francese spara alle stelle. La partita si fa spigolosa: Zaza in area interista, per recuperare un pallone, calcia e atterra un difensore e si prende anche lui un giallo. Cambio di fronte e Eder si fionda sulla palla, si libera di un avversario, ma spara su Neto. Non esistono più schemi e il nervosismo in campo aumenta con il passare dei minuti: si cerca di chiudere il match prima dei rigori. La Juve ora sembra più convinta, anche perchè i nerazzurri hanno speso moltissimo per riequilibrare le sorti del match. Si lotta quindi su ogni pallone. Si gioca ancora un minuto di extra time che mette in mostra un Carrizzo in grande forma: il portiere nerazzurro per ben due volte consecutive salva il risultato e si va così ai rigori. Nella lotteria dei rigori Palacio si mangia il gol e Bonucci invece non sbaglia e regala la finale alla vecchia signora, che sembrava spacciata. L’Inter esce dal torneo a testa alta. Ora la finale sarà tra la Juventus e il Milan… La vecchia Signora ha anche la fortuna dalla sua parte.

Encatena - Your content marketing platform
2 COMMENTS
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends