LiberoReporter

Autorità Belgio collezionano brutte figure, non erano i fuggitivi i due fermati

Aggiornamento 17.00 Le autorità del Belgio stanno collezionando una serie di brutte figure nella lotta al terrorismo islamico, come mai nessun altro paese. Dopo essersi fatti scappare Salah un paio di volte, oggi hanno arrestato due presunti terroristi, che sarebbero dovuti essere gli stessi che ieri erano asserragliati nell’appartamento a Forest, dove le forze dell’ordine avevano avviato un blitz; i due ricercati “fuggitivi” risultano ancora in fuga  mentre le persone fermate questa mattina, sono state rilasciate.
Ancora un buco nell’acqua per gli inquirenti di Bruxelles.

09.50 – La polizia belga ha comunicato di aver arrestato i due presunti terroristi che ieri erano sfuggiti al blitz nel quartiere Forest aBruxelles. I 4 agenti feriti negli scontri di ieri, non sono in pericolo di vita.

ore 20.00 (15-3-16) – E’ morto uno dei due terroristi che erano asserragliati a Rue du Dries nel quartiere di Forest, a Bruxelles. La conferma arriva dalla polizia belga, mentre l’altro terrorista risulta ancora barricato all’interno dell’appartamento. La zona è totalmente circondata dalle forze dell’ordine e da un momento all’altro potrebbe arrivare il blitz delle teste di cuoio belghe.

La notizia della prima ora – Bruxelles – Sparatoria durante una perquisizione della polizia belga nel quartiere Forest, a sud di Bruxelles,   nell’ambito di un raid antiterrorismo Sparatoria.  Tre agenti sono rimasti feriti in maniera non grave.

Due sospetti si sarebbero asserragliati. L’obiettivo originario del blitz, a cui partecipavano anche agenti francesi, erano membri collegati agli 11 cittadini belgi già incriminati nell’ambito dell’inchiesta per gli attentati di Parigi.

Durante queste perquisizioni sono stati esplosi colpi contro gli agenti, tre dei quali sono stati feriti. Un quarto agente è poi rimasto ferito durante un nuovo scontro a fuoco avvenuto verso le 16.45, stando a quanto riporta l’emittente belga Rtbf.

Secondo il sito di Le Soir, un uomo, armato di Kalashnikov, sarebbe asserragliato in un appartamento, mentre un altro si troverebbe in un terreno poco distante da questa abitazione. Per localizzarlo è stato inviato un cane poliziotto munito di una telecamera sul collare. Mentre una televisione in lingua fiamminga parla di un sospetto “neutralizzato”, notizia che però non è stata confermata.

L’intera zona della caccia all’uomo è stata bloccata e chiusa al traffico: gli abitanti invitati a chiudersi a casa, evitando di fare fotografie, e sono bloccate anche le scuole e un asilo che si trovano nella zona.

L’operazione antiterrorismo, riporta il sito di Le Parisien, non è collegata a Salah Abdeslam, l’unico degli attentatori di Parigi ancora in fuga.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends