LiberoReporter

Foibe: sindaco Padova, puliremo subito scritte contro le vittime

news-rosa“Durante la notte sono apparse, sui muri della città, numerose e irripetibili scritte firmate con il simbolo della falce e martello. Queste scritte offendono la memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo di istriani, fiumani e dalmati e quindi feriscono il cuore di tutti i padovani. Già dalle prime ore di questa mattina gli operatori del Comune hanno iniziato a rimuoverle. Al di là dei costi per la collettività, questo genere di manifestazioni di pensiero criminale non è tollerabile. Sono certo che le Forze dell’Ordine saranno in grado di individuare i responsabili”. Lo annuncia il sindaco di Padova, Massimo Bitonci.

“Come ho ricordato ieri, durante il mio intervento istituzionale nell’ambito delle celebrazioni per il Giorno del Ricordo, gli uomini che hanno ucciso, torturato e messo in fuga i nostri fratelli istriani, fiumani e dalmati oggi sono sconfitti. Non tutti hanno pagato, ma sconfitta è la loro ideologia di morte. Sconfitto è il loro tentativo di cancellare nomi, storie e quel patrimonio di relazioni ed esperienze, che è divenuto dono prezioso per le province del nostro Paese che hanno accolto gli esuli”, sottolinea.

“Sconfitta è quella che l’ex presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, chiamò “congiura del silenzio”, ovvero la volontà di calare una coltre di nebbia sulla tragedia delle foibe. Rimane ancora da sconfiggere, purtroppo, la complicità criminale di chi sparge sale dove stanno germogliando speranza e riconciliazione – conclude Bitonci – Per questo chiedo a tutti i nostri concittadini di collaborare, ciascuno secondo le proprie possibilità e sensibilità, a diffondere la cultura del ricordo e a respingere ogni attacco alla dignità delle persone e del valore della vita umana”.

 

2 COMMENTS
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends