LiberoReporter

Ucraina: Consiglio d’Europa, nell’Est situazione allarmante

mappaucrainaLa situazione in Ucraina è “allarmante”, i diritti umani, soprattutto nell’Est del Paese, vengono violati e a seguito del conflitto 5 milioni di persone hanno urgente bisogno di assistenza. E’ quanto emerge dal rapporto di Nils Muiznieks, commissario dei Diritti dell’uomo del Consiglio d’Europa, sulla situazione in Ucraina dopo la guerra civile che ha spaccato in due il Paese. Secondo il rapporto, 8.050 persone sono morte e 17.800 sono rimaste ferite nel conflitto che è scoppiato ad aprile 2014 fra forze governative e ribelli filorussi.
Nonostante la tregua, la situazione è “allarmante” soprattutto per i 2 milioni di persone che vivono lungo la linea di contatto fra le forze governative e i separatisti dell’Est. In particolare per 1,3 milioni di persone che non hanno accesso all’acqua potabile.
Nel rapporto Muiznieks sottolinea che la popolazione ucraina che vive nelle zone controllate dal governo non riceve prestazioni sociali ed è costretta ad affrontare “l’insicurezza alimentare, l’aumento dei prezzi dei beni di prima necessità e il malfunzionamento del sistema bancario”, con le limitazioni alla libertà di circolazione che “peggiorano la situazione”.
Per il commissario il governo di Kiev dovrebbe permettere alla popolazione locale di attraversare più facilmente il nuovo confine e dovrebbe garantire l’erogazione delle prestazioni sociali, facilitando il passaggio degli aiuti umanitari attraverso la creazione di corridoi. Dall’altra parte anche i responsabili delle zone di Donetsk e Luhansk dovrebbero permettere l’accesso degli aiuti.

Tagged with: ,
loading...
6 COMMENTS
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends