LiberoReporter

Motori: la nuova mini cabrio versione en-plain air

mini-cabrio

Gli amanti di sempre della Mini, gli appassionati della piccola di casa BMW forse lo sanno già da un po’. Gli altri lo scopriranno tra poco, vedendola direttamente sulle strade delle nostre città.  La nuova Mini Cabrio sarà a breve tra noi; ce lo confermano alcuni rumors che arrivano dalla casa automobilistica tedesca, ma ce lo confermano anche alcune “tracce” perfettamente visibili su internet e che in qualche modo sembrano volerci anticipare quello che sarà il layout di questa nuova compatta.

Gli ultimi rumors in materia arrivano dagli inviati di una nota rivista italiana del settore auto che hanno fotografato un esemplare della nuova Mini Cabrio nei pressi del circuito del Nurburgring.

Ovviamente, trattandosi di un modello ancora sotto sviluppo, non è possibile parlare di caratteristiche ufficiali ma solo di “segni particolari e papabili”; per questo le informazioni sino ad oggi disponibili vanno prese estremamente con beneficio di inventario, almeno fino a quando non verranno divulgate le caratteristiche ufficiali.

Innanzitutto ci sarà un segno distintivo, che è poi la caratteristica di cui tutti parlano; in alcune fonti giornalistiche infatti questa versione nuova delle Mini viene riferita con l’accezione di en-plain air, volendo così indicare il particolare allestimento attraverso il quale sarà possibile rimuovere completamente il tettuccio, e godersi così i famosi sole in faccia e vento nei capelli a bordo della nuova Mini.

Attenzione! Per chi stesse facendo prendere dall’entusiasmo e magari già progetta di comprarla, bisogna dire che al momento non è ancora disponibile sul mercato, ne attraverso i canali della filiera ufficiale ne attraverso quelli online di compravendita tra privati come Autoscout24, dove è possibile visionare solo i modelli di Mini Cabrio attualmente in commercio.

Detto questo però possiamo già anticipare alcune delle caratteristiche salienti della nuova Mini Cabrio; abbiamo già parlato della possibilità di aprire completamente il tettuccio che, in questa terza generazione delle Cooper verrà realizzato in tela ma con un motore ed un sistema di controllo completamente elettrico.

Sarà disponibile un’unica variante a tre porte, ma con qualche centimetro in più sia sulla lunghezza sia sulla larghezza. Per quello che riguarda le motorizzazioni si parla invece di un’anima a quattro cilindri da 2000 centimetri cubici, in grado di esprimere una potenza di 192 cavalli ed una coppia di 280 Nm; caratteristiche queste che forse non suoneranno del tutto come nuove per chi un minimo conosce la gamma Mini ed infatti le si è già viste a bordo della Cooper.

Una seconda variate della motorizzazione prevederà 1500 centimetri cubici, 3 cilindri. 136 cavalli e 220 Nm di coppia.

Fin qui le motorizzazioni a benzina. Per chi invece vuole provare la “stranezza” di una Mini a gasolio esiste una terza variate a motore diesel da 1.5 litri.

Per gli esterni invece si faranno apprezzare sia le strisce verticali su i lati della vettura, sia i cerchi in lega da ben 17 pollici, sia le pinze dei freni che, come nella migliore delle tradizioni, si presenteranno di un colore rosso accesso; giusto “per non farsi notare”.

Per il resto non si hanno ulteriori anticipazioni rispetto alle dotazioni dell’interno ne rispetto al prezzo. Quello che è certo è che in molti si aspettavano un lancio della nuova Mini Cabrio già nella scorsa primavera, in modo da poter cavalcare una prima ondata di vendite in vista di quest’estate (stagione in cui si apprezza di più la possibilità di sfruttare l’assetto en plain air).

Così non è stato e non si capisce bene a cosa sia dovuto questo ritardo del lancio da parte di BMW (casa detentrice del marchio Mini), e soprattutto non ci si attende un lancio in autunno, non avrebbe senso.

 

(AS)

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends