LiberoReporter

La diplomazia in aiuto all’editoria italiana nel mondo

lelinguerperlostrega_cover_hd“Le lingue per lo Strega”, resoconto di un viaggio della lingua italiana attraverso le lingue del mondo. È questo il titolo di una raccolta di traduzioni in diverse lingue di tutto il mondo degli incipit dei 12 romanzi finalisti dell’edizione 2014 del premio Strega. L’idea è nata da una collaborazione tra BooksinItaly, la direzione generale Sistema Paese della Farnesina (Dgsp) e il Premio Strega che – in occasione della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo 2014 – avevano dato vita all’iniziativa “Chi ben comincia: scegli l’incipit più bello”.

Grazie al supporto di ambasciate, consolati e Istituti italiani di cultura (Iic) sparsi nel mondo, trentaquattro scuole di italiano – divise tra secondarie, università e corsi di lingue – si sono misurate con gli incipit dei romanzi. Ciascuno studente, sotto la guida del proprio insegnante, ha tradotto nella propria lingua le trenta righe iniziali di un’opera a scelta. Il risultato: quasi trecento traduzioni originali divise per ventitre lingue. BooksinItaly si è impegnato a raccogliere le opere, in una ricerca tipografica appassionante – dal corretto font cinese all’allineamento del testo arabo, dal glifo armeno ai caratteri dell’alfabeto coreano – in una pubblicazione digitale, scaricabile gratuitamente all’indirizzo: http://www.booksinitaly.it/it/notizie/le-lingue-per-lo-strega/.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends