LiberoReporter

Expo fest Viterbo: oggi l’anteprima della grande kermesse milanese

P1180236Aria di festa anche stamani in centro a Viterbo, grazie ad Expo fest, la due giorni organizzata dal Comune di Viterbo per far avvicinare i viterbesi alla grande kermesse milanese di Expo 2015, dove la città dei Papi parteciperà mostrando ai numerosi visitatori il suo simbolo più rappresentativo: la Macchina di S. Rosa, montata a tempo record dalla ditta Ciorba all’interno del padiglione Eataly ed illuminata due giorni fa con successo. Questa mattina è toccata alla Coldiretti animare piazza del Comune con una serie di stand che, oltre ai prodotti agroalimentari, hanno ospitato, per la gioia dei più piccoli, alcuni animali, tra cui una mucca, un asinello, un pony, alcuni piccoli animali da cortile, capre ed agnellini.

Presenti stamani in piazza il sindaco di Viterbo, Leonardo Michelini insieme alla presidente del Consiglio comunale Maria Rita De Alexandris, all’assessore Giacomo Barelli ed al direttore della Coldiretti di Viterbo Ermanno Mazzetti. Il primo cittadino ha anche dato qualche consiglio pratico ad alcuni bambini presenti intenti a piantare con lui, all’interno di una fioriera,alcune piantine. Non è mancata poi la tradizionale foto di gruppo con tutto il direttivo della Coldiretti.

Sempre in piazza del Plebiscito presenti anche le botti del tradizionale palio di Pianoscarano, che ieri  hanno visto gareggiare i più piccoli. Questo pomeriggio, alle ore 18,30, sarà il turno dei grandi. Nel frattempo, però, da buona pianoscaranese d’adozione, la presidente De Alexandris non si è lasciata sfuggire un giro di prova con la botte ed il divertimento a quanto pare è stato contagioso, visto che anche l’assessore Barelli non ha potuto fare a meno di provarci anche lui, sotto gli occhi divertiti dei presenti.

In piazza del Gesù, invece,gli stand di Slow Food hanno accolto i visitatori con alcune prelibatezze locali, in primis i salumi. Dopo il palio delle botti anche stasera, infine,si replica con la cena in piazza realizzata grazie al contributo delle donne di Pianoscarano e del Sodalizio dei facchini. Ieri c’è stato una buona affluenza di gente con oltre 200 coperti serviti. Stasera il menu, che richiama quello delle tradizionali cene con i facchini di fine agosto,prima del trasporto della Macchina di S. Rosa, prevede coda alla vaccinara, trippa al sugo, spezzatino del facchino, zuppa di funchi, “faciole co’ le coteche”, pane, vino ed acqua.

Wanda Cherubini

 

Tagged with: ,
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends