LiberoReporter

India, epidemia di influenza ‘suina’ preoccupa esperti

indian-flagDal dicembre scorso un focolaio di influenza suina in India ha ucciso più di 1.200 persone. Ebbene, un nuovo studio del Mit suggerisce che il ceppo di H1N1 coinvolto abbia acquisito delle mutazioni che lo rendono più pericoloso. I risultati, che appaiono su ‘Cell Host & Microbe’ contraddicono precedenti relazioni di funzionari della sanità indiani, secondo i quali il ceppo virale coinvolto non è cambiato rispetto al virus pandemico emerso nel 2009 e che sta circolando in tutto il mondo da allora.

Con pochi dati scientifici disponibili sul nuovo ceppo indiano, i ricercatori del Mit sottolineano la necessità di una più puntuale sorveglianza per monitorare l’epidemia e aiutare gli scienziati a capire come rispondere a questa variante dell’influenza. “Siamo tra l’incudine e il martello, con poche informazioni e tanta disinformazione”, dice Ram Sasisekharan, autore senior dello studio.
Gli studiosi hanno confrontato le sequenze genetiche di due ceppi di H1N1, virus A che ha ucciso più di 18.000 persone in tutto il mondo tra il 2009 e il 2012. I ricercatori hanno scoperto che il patogeno indiano ha nuove mutazioni nella proteina emoagglutinina, note per rendere il virus più aggressivo. Secondo i ricercatori, occorre non sottovalutare il problema e adottare una sorveglianza più attenta, per capire come si comporta questo ceppo mutato e adottare una corretta strategia vaccinale nel 2016.

Tagged with: ,
Encatena - Your content marketing platform
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends