LiberoReporter

Yemen: dopo Usa anche Gb chiude ambasciata a Sana’a




mappa YemenLa Gran Bretagna ha ritirato il suo staff diplomatico e chiuso temporaneamente l’ambasciata a Sana’a, in Yemen, a causa del deterioramento delle condizioni di sicurezza nel paese. Lo ha riferito una nota del Foreign Office. Lo stesso provvedimento è stato preso ieri anche dal governo statunitense. Nel comunicato si legge che sono “aumentati” i rischi per la sicurezza dello staff diplomatico e si invitano tutti i cittadini britannici a lasciare “immediatamente” lo Yemen. L’ambasciatore ha già lasciato il paese. La decisione di Londra è dovuta all’accentuarsi della crisi in Yemen. La capitale Sana’a è in gran parte nelle mani dei ribelli houthi (sciiti) e il governo e il presidente sono dimissionari. In una fase di vuoto politico, i ribelli hanno emesso una “dichiarazione costituzionale” che ha sciolto il Parlamento e istituito al suo posto un “consiglio di transizione” composto da 551 membri.

 

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends