LiberoReporter

Vicenda Ruby: giudici Appello, prove univoche su sistema prostitutivo ad Arcore

rubyMilano, 9 feb. “Quello imperniato sulle serate ad Arcore e sui rapporti tra giovani donne e Silvio Berlusconi era un sistema prostitutivo, contrassegnato dalla corrispettività della dazione di denaro o altra utilità rispetto alla prestazione sessuale”. È quanto scrivono i giudici della corte d’Appello di Milano nelle motivazioni alla sentenza, del 13 novembre scorso, con cui hanno condannato Lele Mora, Emilio Fede e l’ex consigliera regionale Nicole Minetti.

Per i giudici sono emersi “una confluenza di elementi di prova (…) assolutamente compatti e di univoco significato” sul “carattere remunerativo delle prestazioni, che in vario modo le ospiti” nelle serata ad Arcore “offrivano a Berlusconi, e della natura di tali prestazioni”.

 

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends