LiberoReporter

Pirateria Marittima: nel 2014 i pirati asiatici sono diventati un problema

bandierapirataPreoccupa non poco il fatto che sono 13 le navi commerciali che nel 2014 sono cadute nelle mani dei pirati asiatici che agiscono nel mar del Sud est asiatico. Questo, soprattutto in virtù del fatto che nel 2013 i dirottamenti e i  sequestri di navi erano stati solo 3. Il 2014 si è distinto non solo per l’aumento dle numero dei sequestri, ma anche per il fatto che sono aumentati gli attacchi. Nel solo periodo da gennaio a novembre  sono stati denunciati ben 169 attacchi pirati.  Ancora di più si teme anche un escalation del fenomeno in quella parte del modo. Si registra infatti, un aumento della violenza a cui ricorrono sempre più spesso i pirati asiatici. I predoni del mare,  come anche accade altrove, hanno come scopo non tanto la rapina, ma l’estorsione. Nel senso che l’assalto della nave ha lo scopo di impadronirsene e poi, trattenerla in ostaggio insieme al suo equipaggio in attesa che qualcuno paghi un riscatto per il loro rilascio. Stime fatte per difetto ritengono che l’attività piratesca nel 2014 abbia fruttato o possa fruttare alle gang del mare asiatiche almeno 2 mln di dollari.  Il 7 dicembre scorso poi, nel corso di un attacco pirata ad una petroliera vietnamita si è anche registrata una vittima. Uno dei membri dell’equipaggio è rimasto ucciso.

Ferdinando Pelliccia

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends