LiberoReporter

Spazio: Rosetta, missione compiuta anche grazie al forte contributo italiano

esa-rosetta
Missione compiuta. Rosetta ha raggiunto il suo obiettivo. Oggi il suo lander Philae è atterrata sulla cometa 67/P Churyumov-Gerasimenko. Era infatti, questo lo scopo della missione, dopo un cambio dovuto alla posticipazione del lancio, raggiungere e studiare la cometa. L’accometaggio ha richiesto circa sette ore seguendo una traiettoria a caduta libera alle ore 17,03 italiane la sonda secondaria ha toccato la superfice della cometa. Dopo essersi attaccato alla cometa il lander inizierà le analisi scientifiche, che consistono in: caratterizzazione del nucleo; determinazione delle componenti chimiche presenti; studio delle attività della cometa e dei suoi tempi di sviluppo. Inizialmente la sonda era stata progettata per atterrare sulla cometa 46P/Wirtanen. Lanciata il 2 marzo del 2004 con il razzo Ariane 5, la sonda dell’Agenzia Spaziale Europea, Esa, formata da due elementi, la sonda Rosetta e il landr Philae, ha percorso la distanza di 511 milioni di chilometri prima di raggiungere la sua meta. Il nome della sonda deriva dalla stele di Rosetta perché si spera che la missione sveli dei segreti riguardanti il sistema solare e la formazione dei pianeti. Il nome del lander deriva dall’isola di Philae, in cui fu ritrovato un obelisco che ha aiutato la decifrazione della stele di Rosetta. Si tratta della prima volta  per una sonda spaziale. Una simile impresa non era mai stata compiuta segnando di fatto, un primato senza precedenti nella storia dell’esplorazione spaziale e destinata ad entrare nella storia dei voli spaziali. L’impresa compiuta da Rosetta ha una paternità quasi totalmente italiana. Un grande apporto alla missione è stato dato dalla astrofisica italiana, Angioletta Coradini, scomparsa nel 2011 stroncata da un male incurabile. È stata fra i primi ricercatori al mondo a studiare le rocce lunari portate a Terra dalle missioni Apollo e ha dato l’impronta a missioni scientifiche di primo piano nell’esplorazione del Sistema Solare. Era considerata la signora dei pianeti A lei, in qualità di PI, Principal Investigator, e al gruppo di ricerca da lei diretto, fu affidata la progettazione di VIRTIS, Visible and Infrared Thermal Imaging Spectrometer, lo spettrometro utilizzato sulla  sonda.

 

loading...
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends