LiberoReporter

Senegal: riaperte parzialmente frontiere con Paesi africani in cui è in corso epidemia di Ebola

Ebola3Il Senegal dopo tre mesi circa ha deciso di riaprire le sue frontiere aeree e marittime, mentre quelle terrestri restano ancora chiuse, agli Stati di Guinea, Liberia e Sierra Leone. Si tratta dei Paesi africani in cui è scoppiata ed è in corso un epidemia di Ebola che ha ucciso finora oltre 5mila persone e altre  14.413 sono state contagiate. I paesi dell’Africa occidentale più colpito da questo virus mortale, sono proprio la Liberia con 2.812 decessi registrati, la Sierra Leone con 1.187 e la Guinea con 1.166 decessi. Il Senegal quindi torna sui suoi passi dopo aver preso la decisione di chiudere le sue frontiere a cittadini, aerei e navi provenienti da questi tre Paesi lo scorso mese agosto dopo che sul suo territorio venne registrato il primo caso di Ebola risoltosi poi, con la guarigione del contaggiato. Il 17 ottobre scorso l’Organizzazione Mondiale della Sanità, OMS, ha  poi, dichiarato il Senegal Ebola-free. Il motivo dell’isolamento è dettato dal fatto che il virus Ebola può essere trasmesso da persona a persona attraverso il contatto diretto o con oggetti contaminati dal virus. Pertanto serve ad evitare possibili contagi.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends