LiberoReporter

Programma missilistico siriano: produzione missili garantiti dall’Iran

Fateh-110-new-TELStamani l’agenzia di stampa iraniana, Fars ha riportato una dichiarazione del comandante dell’Islamic Revolutionary Guards Corps, IRGC, che ha confermato che la produzione di missili siriani è  garantita dall’Iran. Di fatto l’intervento sembra voler essere una risposta alle notizie apparse sui media secondo cui la Siria sta accelerando la sua produzione di missili e razzi, eludere efficacemente le sanzioni internazionali imposte ad essa. L’Iran è uno stretto alleato del governo siriano e ha sempre dimostrato il suo sostegno al regime del presidente siriano Bashar al Assad. Nel suo intervento il comandante, generale di brigata aerea,  Amir Ali Hajizadeh ha spiegato che quando l’Iran ha iniziato il suo programma missilistico, con l’acquisto dei suoi primi missili dalla Libia, il Paese ha dovuto poi, fare esperienza in Siria, ma ora i tecnici iraniani sono pienamente autonomi tanto da essere loro a costruire impianti per la Siria. Di recente il Defence Weekly di Jane, rivista che informa sull’attività di difesa commerciale e militare a livello globale, ha pubblicato la prova che il governo siriano ha aggiornato la sua capacità di armi con l’assistenza di Paesi, tra cui l’Iran, Corea del Nord e la Bielorussia. La capacità offensiva iraniana diventa dunque anche capacità produttiva. Il Paese degli Ayatollah sta portando avanti un programma di armi nucleari, che Israele considera una minaccia strategica. L’Iran detiene infatti, nei suoi arsenali una vasta gamma di missili, sia in modo convenzionale che con testate atomiche, inclusi alcuni in grado di colpire Israele, ma anche le basi statunitensi in Medio Oriente. Secondo gli esteri statunitensi Teheran potrebbe riuscire a costruire già  entro il 2015 un missile a lungo raggio in grado di raggiungere il territorio statunitense. Attualmente l’arsenale missilistico iraniano si può considerare tra i più completi ed inferiore solo a quello delle grandi potenze, ma capace di assicurare un livello di minaccia considerevole. Eppure finora il programma missilistico iraniano non è mai stato oggetto di discussioni o negoziati come lo è il invece, il programma nucleare. Questo, soprattutto per la negazione perentoria dell’Iran a farlo. Appena due mesi fa lo ha ribadito ancora una volta il presidente iraniano, Hassan Rohani. L’occasione per farlo la visita a Teheran del capo dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica, Aiea, Yukiya Amano.

 

 

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends