LiberoReporter

Viterbo. L’acqua del rubinetto deve essere potabile

AcquaRonciglione, 21 Novembre 2014. Il Giudice di Pace di Viterbo ha condannato il Comune di Ronciglione (Vt) al risarcimento del danno ai cittadini che non hanno potuto disporre di acqua potabile nella propria abitazione.

Questo è il risultato di una battaglia civile iniziata nel 2008 e che ha sensibilizzato gli utenti a ritenere un diritto la fornitura di acqua potabile nelle proprie case. L’acqua fornita dal Comune non risultava bevibile e ne era stato proibito l’uso alimentare ma i cittadini la pagavano come tale.

L’azione dell’Aduc e del Comitato Acqua Potabile continuerà con la presentazione di ricorsi al giudice ordinario per ottenere, in via equitativa, il risarcimento dei danni, anche biologici, per inadempimenti contrattuali, per violazione della normativa europea  e per la riduzione del canone del 50%. Coloro che hanno acquistato filtri o depuratori per l’abitazione o per l’esercizio commerciale potranno presentare richiesta di rimborso della spesa effettuata.

L’Aduc e il Comitato Acqua Potabile sono a disposizione degli utenti presso la sede di Ronciglione, in Via Resistenza 3/c, tel 0761652027 – 3683065221, per avviare ulteriori ricorsi. I cittadini che dovranno presentarsi muniti delle ricevute e fatture dell’acqua, anche degli anni passati, documento d’identità, codice fiscale, stato di famiglia o autocertificazione sostitutiva.

1 COMMENT
  1. Pingback

    Viterbo. L’acqua del rubinetto deve essere potabile | TI-News

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends