LiberoReporter

Ebola. Liberia: il PAM supporta con cibo risposta sanitaria per contenere diffusione virus

ebolaIn Liberia, su sollecitazione del governo, il Programma Alimentare Mondiale, PAM, ha iniziato ad organizzare la distribuzione di cibo nelle aree dove è in vigore la quarantena per l’epidemia del virus Ebola. Questo, in modo che le famiglie non escano di casa in cerca di cibo correndo in questo modo meno rischi di contagio. Si tratta quindi di un supporto alla risposta sanitaria nel tentativo di contenere la diffusione virus nel Paese africano. Al momento è in corso una prima distribuzione di cibo nel Bong County, area nel nord della Liberia dove ci sono alti tassi di infezione e poche strutture mediche. La distribuzione riguarda circa 900 famiglie. Ad ogni nucleo familiare vengono date razioni per 45 giorni. Razioni che contengono tra l’altro fagioli, olio e un cereale nutriente fortificato a base di mais e soia.  Ormai, a causa dell’epidemia da virus Ebola il commercio alimentare in Guinea, Sierra Leone e Liberia è stato terribilmente danneggiato. I mercati, che sono considerati luogo di possibile contagio sono ormai vietati in gran parte dei Paesi interessati dall’epidemia. Un fatto questo, che sta mettendo in ginocchio l’economia e riducendo il potere d’acquisto delle famiglie a causa della perdita di molti posti di lavoro legati al lavoro nelle campagne e nei mercati. Comincia anche a crescere la preoccupazione per una possibile mancata semina e quindi un mancato raccolto nel 2015 con relativo rischio carestia.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends