LiberoReporter

Conflitto del Kashmir: tensione al confine India-Pakistan violato il cessate il fuoco

map_KashmirSi respira un clima teso lungo l’International Border, IB, e la Line of Control, LoC, in Kashmir. Si tratta la prima, di un area lunga circa 720 km e la seconda lunga 198 km che separa il Kashim indiano da quello pachistano. Il LoC è un confine di fatto che divide il Kashmir in due.  Su ognuno dei due lati vi è una sorveglianza armata affidata ai rispettivi militari dell’India e del Pakstan. Mentre, l’IB è controllato da Border Security Force sul lato indiano e Pakistan Rangers sul lato opposto. Il controllo totale di questo ricco territorio situato nella regione dell’himalayana è la causa di un annoso conflitto tra i due Paesi asiatici. Praticamente lo scontro è in corso dal momento che hanno ottenuto l’indipendenza dalla Gran Bretagna. Da allora infatti, India e Pakistan hanno combattuto tra loro tre guerre di cui almeno due a causa del Kashmir. Attualmente dal 2003 è in vigore un debolissimo cessate il fuoco che purtroppo, viene continuamente violato dall’una e dall’altra parte. Un fatto questo che mantiene la tensione alle stelle. Anche oggi lungo il confine si sono registrati scambi di colpi tra Border Security Force dell’India e Pakistan Rangers. La sparatoria tra le due parti è stata segnalata lungo l’IB nel settore RS Pora a circa 45 km a sud ovest della città di Jammu, capitale invernale della parte indiana del Kashmir. Secondo le prime notizie trapelate sembra che siano stati i Pakistan Rangers a fare fuoco con armi automatiche contro le postazioni delle guardie di frontiera indiane senza un apparente motivo. Pertanto, la violazione del cessate il fuoco dovrebbe essere imputata al Pakistan. Però, per queste violazioni New Delhi e Islamabad si lanciano accuse a vicenda. Entrambi dicono di aver risposto alle provocazioni dell’altro. Comunque sia anche nei giorni scorsi erano stati sempre i militari pachistani, dispiegati nel settore Hamirpur di Poonch, lungo il LoC, a sparare verso le postazioni indiane dall’altro lato e a provocare la reazione dei militari indiani. Non è la prima volta che si registrano violazioni lungo il confine indiano-pakistano del Kasmir. Praticamente dall’inizio del mese sono stati diversi gli scontri a fuoco verificatisi. Alcuni hanno avuto anche conseguenze mortali tra i militari dell’una e dell’altra parte.  Finora solo 21 i soldati morti, 9 indiani e 12 pachistani.

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends