LiberoReporter

Cioccotuscia 2014: cambia la sede, la quinta edizione sarà ospitata a Caprarola (VT)

cioccoTorna il prossimo fine settimana (11-12 ottobre) il “Cioccotuscia”, giunto alla quinta edizione. L’inaugurazione si terrà sabato 11 alle ore 11. Il villaggio resterà aperto sia sabato che domenica dalle ore 10 alle 19 con orario continuato. Quest’anno, a differenza degli anni scorsi, si svolgerà a Caprarola, presso le ex Scuderie di Palazzo Farnese. La motivazione della nuova location? L’ha spiegata stamani nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’evento in Provincia, senza tanti giri di parole, Andrea Sorrenti, responsabile As Eventi, che ha affermato: “Preferiamo non avere un contributo, ma collaborazione e fiducia, cosa che non è stato possibile con l’amministrazione comunale di Viterbo. Avevamo chiesto al Comune di Viterbo un contributo di 1500-2000 euro e quando abbiamo visto che a manifestazioni che sono durate appena poche ore sono stati erogati ben 20mila euro, allora qualche dubbio che non sia solo mancanza di fiducia da parte dell’amministrazione mi è venuto”. Quindi, Cioccotuscia quest’anno si sposta e si svolgerà a Caprarola, dove,a detta di Sorrenti,  al contrario del Comune di Viterbo, il sindaco Stelliferi ha accolto l’evento con grande disponibilità. “A Caprarola – ha rimarcato Sorrenti – abbiamo trovato un’accoglienza inaspettata”. Stelliferi ha precisato come la sua amministrazione non abbia dato un contributo all’evento, ma, in sostanza, abbia messo a posto i bagni delle Scuderie ed investito altre somme per far sì che le persone abbiano la giusta accoglienza. “Caprarola – ha aggiunto il primo cittadino – non ha messo a disposizione solo la location, ma l’organizzazione tutta, partendo dalle varie associazioni territoriali, dalla Pro Loco e dalla Scuola Alberghiera. Per i due giorni dell’evento ho anche previsto un’ordinanza per cambiare il deflusso delle auto nella zona interessata all’evento. Inoltre, abbiamo anche chiesto ai ragazzi che gestiscono il Museo multimediale di permettere ai visitatori del Cioccotuscia di avere uno sconto del 50% sul prezzo del biglietto d’ingresso per il museo (da 3 euro, quindi, pagheranno 1 euro e 50). Noi crediamo in questo progetto e ci abbiamo investito”. Il primo cittadino ci crede al punto tale da perseguire un sogno: far diventare il Cioccotuscia l’Eurochocolate di Perugia. “Credo che non abbiamo nulla da invidiare a quest’ultimo – ha aggiunto – Abbiamo le carte giuste per investire nel nostro prodotto. Nel tempo, se saremo bravi a collaborare, potremo far diventare questo evento un grande progetto”. L’assessore Peruzzi ha tenuto a precisare il legame della cioccolata con le produzioni locali, quali nocciole e castagne. “E’ questa – ha dichiarato – una promozione del territorio molto importante”. La manifestazione si arricchisce quest’anno anche della presenza della Scuola Alberghiera di Caprarola, che parteciperà in maniera fattiva e senza alcun scopo di lucro, come sottolineato dalla dirigente, Andreina Ottaviani, che ha spiegato:  “L’evento si svolge nelle ex scuderie di Palazzo Farnese,  dove c’è la sede centrale del nostro istituto. Abbiamo organizzato dei laboratori per i bambini che potranno realizzare dei piccoli dolci e poi ci sarà l’angolo del taglio della frutta e verdura e dei dolci di cioccolata. Ci sarà poi una sorpresa per tutti che, in quanto tale, non posso svelare. Collaborerà anche la sede distaccata della nostra Scuola di Montalto di Castro”. Il segretario della Camera di Commercio di Viterbo, Francesco Monzillo ha sottolineato l’importanza di Caprarola dal punto di vista della produzione di nocciole. Non a caso, infatti, quest’anno l’evento è stato collegato ai prodotti tipici locali. “E’ importante spingere su questo connubio” – ha rimarcato Monzillo. Il presidente dell’associazione provinciale panificatori della Cna, Ermanno Fiorentini ha evidenziato  la necessità di fare squadra, coinvolgendo tutte le realtà ed ha poi affermato: “E’ fondamentale la capacità di educare il consumatore al gusto attraverso un percorso di degustazione ed in ciò Cioccotuscia svolge bene il suo ruolo”.  Il presidente della Confesercenti di Viterbo, Vincenzo Peparello ha, quindi, affermato: “In questi momenti particolarmente difficili per le aziende queste iniziative riescono a sostenere le imprese stesse. Il fatto poi che la manifestazione sia itinerante la vedo come una novità intelligente, strategica, perché può coinvolgere più imprese. Per fare sviluppo bisogna fare squadra tra pubblico e privato, attuando delle scelte strategiche”. In riferimento poi ad Expò 2015 Peparello ha detto: “Se vogliamo portare a casa dei risultati dobbiamo far sì che la produzione viaggi di pari passo con la commercializzazione. Dobbiamo fare massa critica, una sintesi delle esigenze del nostro territorio”. Rispetto ad Expò 2015 Sorrenti ha ricordato come Cioccotuscia sia stata accreditata come manifestazione in tema con gli obiettivi previsti. Anche il presidente della Pro Loco di Caprarola, Maurizio Alessi ha rimarcato l’importanza della collaborazione e del fare sistema. All’evento hanno dato la loro adesione anche la Coldiretti , i Facchini di S. Rosa e da quest’anno anche l’università della Tuscia. “Abbiamo coinvolto anche l’associazione italiana celiachi del Lazio – ha aggiunto Sorrenti – che sarà presente per tutta la manifestazione. Tra le novità –ha proseguito – avremo un’area dedicata ai produttori (panificatori, cioccolatai, pasticceri, aziende agricole) per un totale di 20 stand posizionati nella sala conferenze delle ex scuderie di Palazzo Farnese, al piano superiore. Si svolgeranno poi esibizioni di lavorazioni di cioccolata, di pasta di zucchero ed avremo degli interventi da parte di relatori dell’ateneo viterbese. Domenica 12 ottobre, alle 11,45, ci sarà anche la presentazione e degustazione del biscotto Gluten Free più grande d’Italia. Non mancherà poi un’area dedicata ai bambini aperta per tutte le due giornate dell’evento. La parte inferiore delle ex Scuderie sarà divisa in sei nicchie, dove troveremo laboratori di pasticceria per bambini, il concorso sui dolci a livello amatoriale, la lavorazione del cioccolato e della pasta di zucchero, le attività di promozione del Comune e della Pro Loco, che forniranno la degustazione e la vendita di prodotti locali. Ci sarà, infine, un’area per l’intaglio della frutta e verdura e domenica pomeriggio l’esibizione di pizza dessert di Giuseppe Cravero, che presenterà pizze dolci acrobatiche decorate con nocciole e castagne”.

Wanda Cherubini

 

loading...
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends