LiberoReporter

Le scorte a politici e vip costano 255 milioni di euro all’anno. Auto di lusso ma niente benzina per le volanti

Il Coisp “Ci sono i soldi per le auto di lusso, ma non per  la benzina delle volanti. Quattromila agenti impegnati per garantire lo status symbol a 600 nuovi marchesi del grillo!”

polizia“Mentre tre milioni di euro del FUG destinati alle Forze dell’Ordine ed alla Magistratura vengono tenuti sepolti sotto le scartoffie dagli alti papaveri ministeriali, una somma di 255 milioni all’anno viene divorata per garantire le scorte a politici e a vip. La burocrazia pare essere molto efficiente quando si tratta di concedere ad una pletora di personaggi più o meno illustri il privilegio delle auto con la sirena e delle guardie del corpo con i soldi dei cittadini”. E’ quanto afferma Franco Maccari, Segretario  Generale del COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia, commentando l’inchiesta pubblicata oggi dal Fatto Quotidiano. “I politici in campagna elettorale dicono sempre chiaramente che la Sicurezza viene sempre prima di tutto – dice Maccari – ma quello che non dicono è che stanno parlando della sicurezza propria, non di quella dei comuni cittadini, ai quali non si riesce a garantire un bel niente visto che mancano persino i soldi per fare il pieno alle Volanti o per cambiare le gomme delle auto di servizio. Per i vip invece i soldi si trovano eccome, se negli ultimi anni sono stati spesi 120 milioni di euro per 600 Bmw, 100 Audi e altre auto di lusso. Una flotta di 1500 auto e 4000 Agenti utilizzati per fare da status symbol ad intellettuali, personaggi dello spettacolo, politici   in carica e vecchi tromboni, molti dei quali pure indagati per svariate vicende di malaffare.   Sono circa 600 le scorte assegnate, di cui 200 solo a Roma. A scorrere l’elenco pubblicato c’è da rimanere particolarmente sorpresi, leggendo nomi come quelli del pluri-incaricato  ex presidente dell’Inps Antonio Mastrapasqua, o di vecchi ministri come Cirino Pomicino e De Mita, solo per citarne alcuni, ed ancora giornalisti, imprenditori, il fratello di Berlusconi ed il fidanzato   della presidente Boldrini, l’immancabile Emilio Fede. Possibile che siano tutti sotto la minaccia  della mafia e del terrorismo internazionale? O, più semplicemente, questi vip hanno soltanto bisogno di sfrecciare lungo le corsie preferenziali per fare shopping in centro, e di esibire con arroganza  il proprio status da novelli del Marchese del Grillo: “Io so’ io, e voi …”. Intanto i semplici cittadini che si rivolgono al 113 in una situazione di pericolo, rischiano di sentirsi rispondere che le Volanti sono ferme in garage senza benzina (o pezzi di ricambio). Quella serve per tenere pieni i serbatoi   delle Audi e delle Bmw, che saranno costrette a correre veloce, per sfuggire alla rabbia dei cittadini     ed ai loro forconi. Perché i seimila Agenti non basteranno più”.

 

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends