LiberoReporter

Perugia: carabinieri arrestano pusher originario di Siena

 

carabinieri_genericoPerugia, 18 gen – Altro duro colpo, l’ennesimo, inferto dai Carabinieri di Perugia agli ambienti della malavita  collegati  al  mondo della droga in città. I militari della Stazione Carabinieri di Perugia,  nelle ultime ore, al termine di prolungato ed itinerante servizio di osservazione, controllo e pedinamento, hanno tratto in  arresto, in  flagranza  di  reato,  un  26enne originario e residente nella provincia senese, nullafacente (o per lo meno privo di attività lecita), con una fedina penale già nutrita di precedenti per fatti analoghi,  responsabile del reato di  detenzione  ai  fini  di  spaccio  di  sostanze  stupefacenti. Ancora una volta  si  è  dimostrata  vincente  la partecipata collaborazione di  alcuni residenti  (sta prendendo sempre più piede in città), che rafforzando il proprio senso civico, hanno dato un fondamentale apporto per la causa,  brillantemente  risolta dai  nostri Carabinieri. L’arresto è infatti scaturito a seguito di una vigile attività di osservazione dei movimenti del predetto che, grazie anche al fattivo contribuito dei residenti che segnalavano da giorni la presenza di quell’utilitaria francese di colore nero “targata Siena” in sosta lungo Via del Macello diventata inspiegabilmente meta preferita di giovani tossicodipendenti, consentivano di appurare che il conducente del mezzo, originario appunto della provincia senese, proveniente dalla Toscana  era solito raggiungere, a  giorni  alterni,  la città Perugia  e  più precisamente la zona di Via del Macello (dove evidentemente si dava appuntamento) avvicinando soggetti di sesso maschile e femminile noti ai militari quali assuntori abituali di sostanze stupefacenti, non certo per chiedere loro notizie sulle bellezze del territorio perugino da visitare, ma per rifornirli di droga. Infatti, costoro, dopo un breve scambio di parole con l’insolito turista fai da te, si allontanavano in tutta fretta con fare sospetto, senza usare la cortesia di dare all’interlocutore forestiero quelle informazioni che generalmente si danno ad un visitatore che giunge in città alla ricerca di un territorio tutto da scoprire. Nel pomeriggio del 16 gennaio u.s. è scattato il blitz dei Carabinieri che, dopo aver localizzato ed attentamente monitorato in Via del Macello l’autovettura a lui in uso, procedevano al suo controllo proprio nel mentre, “carico di  merce”, si accingeva a consegnare la dose quotidiana al primo cliente di turno. Sottoposto a perquisizione personale e veicolare veniva trovato in possesso di quaranta grammi di hashish, contenuti in una comune bustina per fazzoletti occultata nell’apposito alloggiamento radio, nonché di materiale per il taglio ed il confezionamento dello stupefacente nascosto sotto il sedile anteriore, avvolto all’interno di una busta di naylon.

La droga ed il materiale rinvenuto venivano sequestrati ai fini probatori.   L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza di questo comando a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, per essere processato per direttissima. Nelle fasi concitate dell’operazione, l’assuntore di turno riusciva a dileguarsi fuggendo a piedi  per le vie limitrofe.

(AGENPARL)

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends