LiberoReporter

Egitto: proclamato stato emergenza e coprifuoco. Incerto il numero di morti




Proclamato lo stato d’emergenza dal governo egiziano: un mese a partire da oggi pomeriggio alle 16. Coprifuoco dalle 19 di questa sera. La conta dei morti: per Ministero Salute sono 60; per Fratelli Musulmani oltre 300.

egitto-scontri

Il Cairo, 14 ago.  Il governo egiziano ha proclamato lo stato d’emergenza per un mese a partire dalle 16 di oggi 14 agosto. La notizia è stata resa nota dalla Tv di Stato egiziana, che ha informato anche che la leadership dello Stato arabo ha dato mandato all’esercito di attuare tutte le misure necessarie per garantire che lo Stato d’emergenza venga attuato e rispettato in tutto il paese. Intanto si registra ancora una volta la macabra “gara”  della conta delle vittime: per il Ministero della Salute egiziano, sono 60 i morti; per i Fratelli Musulmani oltre 300.

Il Consiglio dei ministri egiziano ha imposto anche il coprifuoco in tutto l`Egitto. Lo ha reso noto il sito del quotidiano al-Ahram, precisando che il coprifuoco entrerà in vigore alle 19 ora locale e durerà fino alle 6 del mattino. Il provvedimento riguarderà tutti i governatorati egiziani, compreso Il Cairo, Giza e Alessandria.

Non è ancora chiaro quante siano le vittime tra i reporter, fotografi e cameraman, presenti durante lo sgombero dei sit-in, che hanno perso la vita durante gli scontri tra forze di polizia, esercito e manifestanti pro Morsi. Al momento la conferma ufficiale riguarda la morte del cameraman di nazionalità inglese Mick Deane, che era in Egitto per il media Skynews e la reporter del giornale degli Emirati Arabi che seguiva gli scontri per “Xpress”, Habiba Ahmed Abd Elaziz .

loading...
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends