LiberoReporter

Caso Nsa: ex Cia Cannistraro, intelligence e governi europei non facciano verginelle; sapevano cosa accadeva

snowden-spionaggio

Roma, 1 lug. L`ondata di indignazione suscitata in Europa dalle rivelazioni di Edward Snowden sulle attività della Nsa, con le dure prese di posizione di Berlino e Parigi, dimostra che l`opinione pubblica europea “non e` stata informata adeguatamente” dai propri governi di ciò che i servizi di intelligence del Vecchio Continente, “compresi quelli italiani” “sapevano molto bene”. E’ “colpa dei governi” l`assenza di un dibattito pubblico in Europa sul tema della privacy e della sicurezza, come quello che ci fu negli Usa quando fu varato il Patriot Act. Lo dice all`Adnkronos Vincent Cannistraro, ex direttore della Cia a Roma, del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca e dell`Antiterrorismo a Washington.

Snowden? Un hacker che fornisce soltanto alcune tessere del puzzle

Cannistraro e` molto duro nei confronti di Snowden, definito “un hacker”. “Si può credere a tutto quello che racconta?”, si domanda Cannistraro, per il quale l`ex informatico della Nsa fornisce “solamente delle tessere del puzzle”, senza incastrarle “nel contesto”. E il contesto e` dato da quanto e` accaduto dopo gli attacchi dell`11 settembre 2001, con la necessita` di fronteggiare la minaccia terroristica internazionale. “Il fatto che le democrazie collaborino non dovrebbe essere una sorpresa, ma una necessita`”, dice ancora Cannistraro. Il concetto di privacy, del resto, per Cannistraro è cambiato da tempo. “Non capisco a cosa la gente stia reagendo, la privacy se n`è andata da tempo”, basta acquistare qualcosa online, ad esempio, per capire che gli inserzionisti pubblicitari su internet “sanno dove sei, conoscono i tuoi intessi”. Meno comprensibile, pero`, ammette Cannistraro, e` l`attività di spionaggio della Nsa ai danni degli uffici Ue o dell`ambasciata italiana a Washington. “Non mi sembra logico”, dice, “e` improbabile che vi fosse una qualche utilità”.

Encatena - Your content marketing platform
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends