LiberoReporter

Governo: Gaetano Quagliariello Ministro Riforme Istituzionali

quagliariello-rif-istituzionaliRoma, 27 apr – Gaetano Quagliariello (Napoli, 23 aprile 1960) è un politico e docente italiano.Figlio di docenti universitari (il padre, Ernesto, fu rettore dell’università di Bari dal 1970 al ’77 e presidente del CNR dal 1976 al ’84), si avvicina alla politica tra i giovani repubblicani ai tempi del liceo, a Bari[1]. Dopo la laurea in scienze politiche intraprese la carriera universitaria. È oggi ordinario di Storia dei partiti politici presso la LUISS di Roma.Nel 1994 si iscrive a Forza Italia. Sul suo passaggio di partito dichiara: “Gladstone nasce conservatore e diventa laburista, Churchill, il tory, ha un passato laburista. Il mio è un percorso tutto interno al liberalismo”. Tra il 2001 e il 2006 è stato consigliere per gli Affari Culturali del presidente del Senato, Marcello Pera. Sull’esperienza ha dichiarato: “Andare a lavorare con Pera è stata la svolta della mia vita. Prima ero un tranquillo professore”. Nel 2006 è stato eletto senatore in Toscana, divenendo membro della commissione Affari Costituzionali; l’anno seguente vota contro la modifica della Costituzione tesa a eliminare definitivamente la possibilità di far ricorso alla pena di morte “nei casi previsti dalle leggi militari di guerra”[3]. Confermato al Senato nel 2008, è membro della commissione Giustizia e presidente vicario dei senatori del Popolo della Libertà. Nella XVI Legislatura si è espresso strenuamente in difesa del disegno di legge Calabrò sul fine vita, in polemica con Gianfranco Fini. Al dibattito parlamentare sul caso di Eluana Englaro, ha difeso la sua opinione gridando “Eluana non è morta, è stata ammazzata”. Ha presentato come primo firmatario i disegni di legge: S. 1168 – Istituzione della “Giornata della memoria” dedicata ai martiri per la patria e la libertà caduti sul fronte della lotta al terrorismo internazionale. S. 1252 – Ordinamento del sistema universitario nazionale. Delega al Governo per l’abolizione del valore legale del diploma di laurea. È inoltre secondo firmatario del ddl S.1880 sul processo breve. Nel gennaio 2011 ha firmato, insieme a Roberto Formigoni ed altri, una lettera aperta per chiedere ai cattolici italiani di sospendere ogni giudizio morale nei confronti di Silvio Berlusconi, indagato dalla procura di Milano per concussione e prostituzione minorile.[8] Il 30 marzo 2013 viene nominato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, membro della commissione per le riforme istituzionali.

(AGENPARL)

Encatena - Your content marketing platform
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends