LiberoReporter

GdF Varese: acquistavano auto lusso in leasing poi rivendevano in Svizzera senza pagare rate, 7 arrestati e 60 denunciati

gdf

La Guardia di Finanza di Varese, in collaborazione con la Polizia Stradale e sotto il coordinamento della locale Procura, ha smantellato una banda di trafficanti d’auto di lusso che, attraverso prestanome indigenti cui “creavano” una attività imprenditoriale fittizia, acquistavano auto in leasing che venivano poi rivendute in Svizzera. 7 le persone arrestate, tra cui un consulente fiscale. Disposto il sequestro di circa 30 autovetture di lusso ed una imbarcazione di circa 350.000 euro. I reati contestati vanno dalla associazione a delinquere alla truffa aggravata, dalla frode fiscale alla sostituzione di persona, falso e contraffazione di pubblici sigilli.

L’organizzazione Criminale, individuava persone indigenti alle quali, dietro il pagamento di poche centinaia di euro e attraverso l’utilizzo di documenti falsi, creava una fittizia identità di “ professionista” o “imprenditore” e, attraverso intermediari compiacenti, gli facevano acquistare auto di lusso in leasing che poi venivano rivendute all’estero.

In tal modo, una ex addetta della pulizie è diventata “dentista” ed ha acquistato due BMW X6; una coppia di disoccupati è diventata “imprenditore orafo” e “ titolare di azienda di catering”, con 3 BMW X6 all’attivo; due disoccupati sono diventati “imprenditori” nel settore della “manutenzione e cura parchi” ed hanno tentato l’acquisto di un cavallo da corsa. L’organizzazione si preoccupava anche che al momento della stipula dei contratti tali soggetti fossero credibili, consigliando loro di indossare giacca e cravatta, per non destare sospetti.

L’indagine, avviata dalla Guardia di Finanza a seguito dell’individuazione di alcune società operanti nella zona del Luinese, risultate emettere fatture false, tutte gravitanti su un soggetto operante come ragioniere, hanno approfondito gli accertamenti e, a seguito del coordinamento della Procura, è emerso che dalla documentazione acquisita risultavano numerosi contratti di leasing di autovetture di soggetti terzi.

Successivamente le auto venivano portate in Svizzera, reimmatricolate e rivendute, il pagamento delle rate si interrompeva e, in alcuni casi, veniva anche fatta falsa denuncia del furto dell’autoveicolo.

A seguito delle indagini, il Gip di Varese ha disposto l’arresto di 7 componenti dell’organizzazione ed il sequestro di 28 auto di lusso utilizzate nella frode, portate all’estero tra il giugno 2011 ed il marzo 2013, mentre uno yacht di circa 350.000 euro di valore è stato sequestrato nel corso delle indagini poiché in procinto di lasciare il Paese.

Sono state inoltre denunciate complessivamente 60 persone, per i reati di truffa, falso e frode fiscale, mentre il giro d’affari illecito sino ad ora accertato ammonta ad oltre 2.500.000 euro.

 

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends