LiberoReporter

Venezuela: Brindani, aereo scomparso nel 2008 forse dirottato dai narcos

los_rochesRoma, 5 gen.  Il mistero dell`aereo scomparso nel gennaio nel 2008 a Los Roques con otto italiani potrebbe essere ad un passo da una svolta. Lo rivela il settimanale `Oggi`, in edicola in questi giorni, avvalorando l`ipotesi che il velivolo non sia precipitato in mare ma sia stato dirottato dai narcos colombiani. E spiegando anche che, il 29 gennaio, ripartiranno le ricerche per rintracciarlo. “A favore della teoria del dirottamento, probabilmente da parte dei narcos sudamericani che volevano utilizzare l`aereo per trasportare la cocaina – racconta all`Adnkronos il direttore del settimanale, Umberto Brindani- ci sono numerose stranezze nella vicenda di 5 anni fa. La piu` clamorosa e` la questione di quante persone erano a bordo dell`apparecchio. Le autorita` venezuelane hanno sempre sostenuto che c`erano 14 passeggeri: i due piloti, otto italiani e altre 4 persone. Ma in realta` i familiari delle vittime sono riusciti ad avere la trascrizione delle comunicazione tra il pilota e la torre di controllo prima della partenza. Dalla torre di controllo viene chiesto il numero dei passeggeri a bordo. Il pilota risponde 18 e la torre conferma. L`ipotesi, insomma, e` che quelle quattro persone in piu` fossero i dirottatori”. Ma le novita` non finiscono qui. Il direttore del settimanale, infatti, ricorda che “finalmente ripartiranno le ricerche dell`aereo scomparso cinque anni fa”. Grazie ad un accordo tra la Farnesina e il governo venezuelano, il 29 gennaio una delegazione italiana formata dal comandante Mario Pica, ex pilota dell`Aeronautica militare e consulente delle famiglie degli otto italiani dispersi, l`ammiraglio della Marina militare Giovanni Vitalioni, distaccato alla Protezione civile, e due ufficiali della Marina, salira` a bordo della Sea Scout, un`unita` navale dotata di sofisticate apparecchiature per i rilievi nelle profondita` marine e di un veicolo subacqueo C-Surveyor di ultima generazione.

(Adnkronos)

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends