LiberoReporter

Salute: prevenzione e no a liste attesa tra linee guida congresso Montesilvano

Roma, 29 ott.  Presentati a Montesilvano (Pescara) i risultati della due giorni che ha visto a lavoro 600 tecnici tra medici, avvocati ed economisti sanitari. Le proposte approvate dai 2.500 delegati FederAnziani riuniti da tutta Italia. Diffusione della prevenzione, abbattimento delle liste d`attesa per terapie e diagnosi, piani di analisi costo-efficacia, abbattimento degli sprechi, impiego dei medical device nei casi in cui tale utilizzo sia migliorativo sotto il piano della qualità della vita del paziente e della riduzione dei costi, accesso uniforme, su tutto il territorio e per tutte le eta`, ai servizi sociosanitari e ai farmaci innovativi, sviluppo di sinergie e progetti che mettano l`anziano al centro dell`impegno di medici di famiglia e specialisti. Sono alcune delle linee guida emerse nell`ambito del I Congresso della Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute, organismo nazionale di FederAnziani preposto alla tutela del diritto alla salute dei cittadini, che ha visto riuniti per due giorni a Montesilvano (Pescara) circa 3.000 delegati per porre a confronto criticita` e soluzioni sul tema del diritto alla salute. All`evento ha partecipato il ministro della salute Renato Balduzzi. Daniele Toto ha invece portato i saluti del Presidente della Camera Gianfranco Fini che ha proposto per il prossimo Esecutivo l`istituzione di un Sottosegretariato per Salute e Terza eta`. Ecco, in sintesi, alcune delle proposte elaborate dai 15 Dipartimenti. Impegnarsi nella prevenzione per rendere operativo il Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale, facendo in modo che gli operatori sanitari si vaccinino come previsto dalle normative vigenti; estendere la vaccinazione agli insegnanti e a tutte le categorie esposte al contagio; sensibilizzare i medici di famiglia rendendoli piu` attivi sul fronte della diffusione della prevenzione vaccinale, come previsto dal loro contratto nazionale di lavoro, al fine di prevenire i circa 8.000 morti causati ogni anno dalla mancata vaccinazione e dalle complicanze dell`influenza. Sul fronte oncologico l`impegno e` ad intervenire in una situazione che vede l`Italia quartultima in Europa per l`arrivo di farmaci innovativi gia` approvati a livello europeo; la richiesta che viene dai piu` alti rappresentanti del settore oncologico nell`ambito della Corte di Giustizia e` di modificare il sistema di prenotazione degli esami specialistici, che oggi si basa sul nome dell`esame e non sul rischio effettivo corso dal paziente; si chiede inoltre l`abbattimento dei tempi di accesso a terapie e ad indagini diagnostiche, con 3 giorni di attesa nei casi delle urgenze e 10 giorni per le differite; l`adeguamento dei processi alle linee guida internazionali; si propone di puntare sulla personalizzazione delle terapie oncologiche e sulla diffusione degli screening che favoriscono la medicina personalizzata; di garantire uniformità di trattamento a prescindere dall`eta` e dal luogo di residenza.

– (Adnkronos) –

Tagged with: ,
loading...
RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends