LiberoReporter

Euro 2012: Italia-Germania, i precedenti. Azzurri incubo dei tedeschi

Manca poco all’ennesimo appuntamento con la storia, Italia e Germania alle 20.45 si affronteranno nella semifinale di Euro 2012 che vede i tedeschi favoriti per i risultati conquistati negli ultimi mesi ma gli azzurri hanno dalla loro la tradizione e la storia. Germania sempre battuta quando in palio c’era qualcosa di importante

Italia vs Germania, la partita. Ecco i precedenti illustriQuesta sera i paesaggi delle nostre città ricorderanno i vecchi film western dove non si vedrà anima viva camminare per le strade, l’Italia sarà bloccata per 90 minuti più possibili supplementari ed eventuali calci di rigore. I precedenti sono dalla nostra ultimo successo azzurro risale alla magica notte di Dortmund dove ci siamo imposti con un due a zero dopo i tempi supplementari in una partita che rimarrà per sempre impressa nelle nostre menti, come dimenticare le parole di Caressa: “manca un minuto e siamo sopra, gol di Grosso” e il magico cammino che ci ha portato ad alzare la coppa del mondo a Berlino. Italia Germania è considerata “la partita” non una qualunque ma quella che rappresenta il calcio europeo vecchio stile, questa sfida promette sempre fuochi d’artificio.

Indimenticabile la “partita del secolo” del 17 giugno 1970 semifinale del campionato del mondo in Messico, conclusa con uno stupendo 4 a 3 per gli azzurri anche in quell’occasione dopo i tempi supplementari. Dodici anni dopo a Madrid di nuovo Italia e Germania a confronto questa volta non in una semifinale ma a contendersi l’ambita coppa del mondo dove Paolo Rossi prese per mano una nazione e fece esultare l’allora presidente della repubblica Pertini una scena fantastica dove il calcio diventa la gioia di tutti. Ma quest’anno i tedeschi vengono da quindici vittorie di fila e sembrano una corazzata impenetrabile, questa volta ci vorrà una prova d’orgoglio da parte dei nostri ragazzi ci vorrà il talento di mister Prandelli. Le dichiarazioni di Joachim Low e Mesut Ozil sono quelle di chi sa di essere più forte e crede davvero di arrivare ad alzare la coppa. Quelle azzurre si dichiarano inferiori sulla carta ma con un’arma in più la voglia di vincere e dimostrare che il calcio italiano è ancora il più bello del mondo.

Se vogliamo prendere in considerazione le coincidenze e parlare con un pò di numeri nell’82 siamo andati ai mondiali con il Milan in serie B e Paolo Rossi, poi vincitore del pallone d’oro proprio quell’anno grazie al suo fantastico torneo, al rientro da una squalifica di due anni. Nel 2006 ci siamo presentati con un processo in corso, tanti dubbi e poche risposte sul futuro di Juve, Milan, Lazio e Fiorentina nel pieno di uno degli scandali più importanti del nostro calcio. Quest’anno un nuovo scandalo sta facendo tremare il mondo del pallone con Criscito rispedito a casa perché indagato e Bonucci convocato ma iscritto nel registro degli indagati, forse gli scandali fuori dal campo ci danno coraggio, forse tutto questo permette ai ragazzi di dimostrare davvero quello che sono sotto la pressione continua di procura e giornalisti. Io voglio crederci io voglio credere alle coincidenze e alla forza psicologica degli azzurri e voglio vincere un Europeo dopo 44 anni. Forza Ragazzi.

Eros Tassan

RELATED ARTICLES

Back to Top

Pin It on Pinterest

Condividi - Share This

Condividi questo post con i tuoi amici - Share this post with your friends